Ingegneria senza frontiere, convegno all'Unical dal 22 al 29 - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Ingegneria senza frontiere, convegno all’Unical dal 22 al 29

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – «La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c’è niente che funzioni e nessuno sa il perché» E’ con questa citazione di Albert Einstein, che Stefano Luigi Gariano,

presidente dell’associazione Isf (Ingegneri senza frontiere, ndr) di Cosenza, presenta il convegno “Settimana senza frontiere”, in programma all’Unical dal 22 al 29 ottobre. «Volendo evitare di essere dei meri applicatori della “tecnologia” – scrive in una nota Gariano – abbiamo deciso di dedicare le nostre energie nell’organizzazione di una serie di incontri, all’Unical e con il supporto di alcuni docenti, sui temi dell’ingegneria e della tecnologia. Utilizzando le parole del progessor Gino Bozza, il presidente dell’Isf, spiega che «l’ingegneria è l’insieme di tutte le attività umane indirizzate all’utilizzazione delle forze messe a disposizione della natura, all’impiego razionale dei materiali naturali e artificiali, alla produzione di materiali nuovi e opportunamente modificati, allo scopo di ottenere migliori condizioni di vita individuale e sociale» Anche la definizione di tecnologia viene generalmente data come risposta ad un bisogno umano; in una accezione più ampia si può definire tecnologia una qualsiasi risposta ad una esigenza umana sia dal punto di vista sociale che economico, ecologico e politico. «La preparazione accademica – prosegue Stefano Luigi Gariano – è condotta in modo tale che la programmazione e la progettazione siano come subordinati al principio di economicità, diventando così una mera applicazione di una tecnologia senza nessun spirito critico sui suoi effetti. Ma se anche la stessa legislazione suggerisce, che in alcuni casi, il principio di economicità può essere subordinato: a criteri ispirati ad esigenze sociali; alla tutela della salute e dell’ambiente; alla promozione dello sviluppo sostenibile; allora, forse, si dovrebbe studiare ed essere in grado di comprendere maggiormente quali sono gli effetti/interazioni con l’ambiente circostante, ambiente non solo fisico ma anche sociale. Siamo consapevoli che la scienza e la tecnologia attuali hanno una complessità incomparabilmente maggiore rispetto a quella di qualche secolo fa, e che gli studi scientifici tendono ad essere fortemente “specializzanti”, con la conseguenza di settorializzare il vocabolario di chi li intraprende, che si ritrova poi senza un “vocabolario civico” che vada al di là della propria specializzazione. Per tale motivo l’obiettivo che come associazione – Ingegneria Senza Frontiere – ci siamo posti è affiancare alla cultura tecnica un vocabolario civico e un pensiero critico, ritenendo che l’ingegnere sia prima di tutto un cittadino. La costruzione dell’Ingegnere Cittadino passa dalla partecipazione, dalle esperienze formative; è un punto di vista maturato dall’esperienza dei progetti di cooperazione e dal lavoro extra accademico. Uno dei vocaboli con cui abbiamo iniziato ad arricchire il nostro vocabolario è il concetto di Tecnologia Appropriata. Con tecnologie appropriate si intendono in particolare quelle risposte ai bisogni fondamentali dell’umanità che rispettano i seguenti 4 punti: socialmente migliorano le condizioni di vita della gente, economicamente usano in maniera saggia le risorse del pianeta; ecologicamente rispettano gli equilibri e le leggi della natura; politicamente decentrano fra la gente il governo della cosa pubblica».

Scopo della Settimana Senza Frontiere, è – prosegue il presidente di Isf – «ragionare insieme su questi concetti e presentare al mondo accademico le attività che l’associazione ha svolto cercando di applicare la tecnologia nella maniera più appropriata possibile». Nella giornata iniziale dal titolo “Critica l’ingegnere; Tecnologie appropriate e ingegneria critica” dopo una presentazione dell’associazione, delle sue attività, ed i saluti del preside della facoltà, si svilupperanno più approfonditamente i temi su esposti e si arriverà a valutare quali possono essere le conseguenze dell’applicare acriticamente la tecnologia, quando la progettazione risponde a principi solo di tipo economico: l’ “obsolescenza programmata”. Ovvero la pratica di progettare ed immettere sul mercato prodotti destinati ad invecchiare in maniera, appunto, programmata. Dopo la visione di “Fatti per non durare (comprare, buttare, comprare)” se ne discuterà con Davide Lamanna, fondatore della Cooperativa di informatica sostenibile “Binario Etico”. Il secondo incontro,“Condivisione dei saperi e tecnologie aperte; Arduino: esempi pratici”, sarà caratterizzato da una riflessione iniziale sui concetti dell’OpenSource e dell’OpenHardware. Si passerà poi ad una vera e propria presentazione di Arduino, cos’è, a cosa serve e gli scopi per i quali può essere implementato, seguirà una dimostrazione pratica e degli esempi semplici e immediati anche per persone che non ne hanno mai sentito parlare. L’obiettivo di questo evento è divulgare queste nuove tecnologie e riflettere sul loro uso, e sul loro impiego nei progetti ISF, per esempio, mirando anche a dare tutti gli strumenti necessari agli ascoltatori per potersi mettere all’opera autonomamente per contribuire così ad un sapere collettivo. Interverrano gli ingegneri Stefano Cassina (ISF- TO) e Silvio Arcangeli (ISF-Roma) della rete ISF-Italia. Il terzo incontro, “Acqua: – sprechi + consumo intelligente”, organizzato grazie a fondi del CSV-Cosenza, riguarderà invece una tematica di sempre alto interesse: la gestione e l’uso critico della risorsa naturale per eccellenza, cioè l’acqua. L’acqua è un tema da sempre caro a Ingegneria Senza Frontiere, che l’ha affrontato sotto varie sfaccettature. L’incontro verterà principalmente sulla gestione e sull’utilizzo personale della risorsa, utilizzo che, secondo i canoni dello sviluppo sostenibile, non deve precluderne la fruibilità, in condizioni uguali o migliori di adesso, alle generazioni future. Per questo, sia a livello personale che a livello di gestione pubblica, l’acqua deve essere gestita nel migliore dei modi, evitando sprechi, cattivi utilizzi e cattive gestioni. A fine incontro saranno infatti distribuiti gratuitamente dei riduttori di flusso per rubinetti e docce da applicare facilmente a casa riducendo gli sprechi nell’uso quotidiano dell’acqua. All’interno di questo incontro si discuterà con Alessandra Aquilino (Comitato Pugliese Acqua Bene Comune e ISF-Bari) e Alfonso Senatore (Cooordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri”) anche della situazione antecedente e successiva al referendum dello scorso anno che ha visto una grossa mobilitazione popolare in difesa dei beni comuni, acqua in primis. L’ultima giornata sarà un “Workshop di autocostruzione di un pannello solare” è dedicata, quindi, ad un tipo di tecnologia, che, già solo nel nome, si presenta come appropriata: le energie rinnovabili. L’attenzione sarà rivolta al solare termico che utilizza l’’energia solare, fonte a basso impatto ambientale e con nessuna emissione di CO2 , per il riscaldamento dell’acqua sanitaria. «L’intento – si legge nella nota – è fornire ai partecipanti informazioni utili per un uso critico delle energie a livello domestico, così che tutti nella quotidianità possano contribuire a non pregiudicare le risorse naturali per le generazioni future. Il programma della giornata prevede di passare dalla teoria alla pratica con un workshop di autocostruzione di un pannello solare termico, a cura di Maurizio Vaccaro, ricercatore dell’Università di Pisa. Interverrà il prof. Oliveti, docente di Ingegneria Energetica e Direttore del Dipartimento di Meccanica dell’Unical. L’iscrizione al workshop è libera e gratuita, bisogna solo firmare il modulo presso la sede di ISF al Cubo 41b, IV piano».

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza