Assalti ai portavalori, il clan dei nomadi non c’entra. Tutti assolti

CATANZRO – I fratelli Giovanni e Franco Bruzzese di Cosenza e il nipote Franco Abbruzzese di Cassano, alias ‘Dentuzzu’ assolti per non aver commesso il fatto.

Con tale formula la Corte d’Appello di Catanzaro ha scagionato i tre dalle accuse che li vedevano protagonisti del plateale assalto al portavalori sull’A3 avvenuto fa tra Altomonte e Firmo e della famosa rapina consumatasi a Croce di Magara. In quelle occasioni furono trafugati dal furgone della Sicurvigile di Nocera Inferiore 500 milioni di lire e dal mezzo della Sicurcontrol di Castiglione Cosentino 603 milioni. Gli episodi risalgono, il primo al luglio del 1999, il secondo al settembre del ’98. Un periodo in cui sul territorio cosentino operava una consorteria criminale specializzata nel portare a termine furti ai danni di mezzi blindati con stupefacente abilità. Preparati su tragitti e mezzi trasportati, i componenti della gang agivano armati secondo un preciso schema. Blocco della vettura, raffica di kalashnikov, prelievo del denaro e fuga immediata. Il pg Ruberto aveva chiesto per i tre la condanna ad otto anni di reclusione e il pagamento di un’ammenda pari a 2mila euro. Giudicati con il rito abbreviato, Giovanni Bruzzese, 54 anni, Franco Bruzzese, 45 anni e il 50enne Franco Abbruzzese erano stati già assolti in primo grado. Ieri la conferma della sentenza.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Vaccarizzo Albanese, rottura condotta: disagi per la cittadinanza

VACCARIZZO (CS) - “A causa della rottura di un tubo dell’acquedotto, verificatasi su via Scanderbeg, nella giornata di oggi, giovedì 23 maggio, potrebbe mancare...
Traffico caos Cosenza via Roma e centro città

Cosenza: “le modifiche alla viabilità non sono la causa del traffico. Servono infrastrutture di...

COSENZA - Un’accurata analisi ed un contributo sulla situazione della viabilità e in generale sulla mobilità a Cosenza arriva da Giuseppe Lo Feudo, Socio...

Paola, diciannovenne aggredito da due cani nel rione Croce

PAOLA (CS) - Aggredito da due cani sfuggiti al proprietario, un ragazzo di 19 anni finisce in ospedale. I fatti si sono verificati in...
Fentanyl

Allarme Fentanyl: “trovate tracce a Cosenza”. In campo una campagna di informazione

COSENZA - "Il fentanyl è un farmaco oppiaceo che negli Usa è arrivato a provocare 100mila morti per overdose solo nel 2022. È lecito...

«La farsa dei consiglieri di minoranza a Palazzo dei Bruzi. Perché non parlano coi...

COSENZA - "Quando tutto passa poi si dimentica, ma in politica la memoria è d'obbligo altrimenti l'azione diventa una farsa. Ed è una farsa...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Traffico a Cosenza, la rotonda di Viale della Repubblica sarà smantellata

COSENZA – Il Comune di Cosenza ripensa la viabilità del centro città. Dopo aver smantellato l’isola pedonale di via Misasi, la Giunta Caruso è...

L’ex prefetto di Cosenza Galeone a processo, colpo di scena: intercettazioni...

COSENZA - Su 24 telefonate ne mancano 18. Colpo di scena nel processo che vede imputata Paola Galeone, ex prefetto di Cosenza accusata di...

Sanità a processo: nei falsi bilanci dell’Asp di Cosenza milioni di...

COSENZA – Decine di milioni di euro che appaiono e scompaiono dai bilanci della sanità calabrese. L'alterazione dei documenti contabili dell'Asp di Cosenza è...

A Rende si costruisce un asilo in un parco pubblico. Ma...

RENDE (CS) - Rende città cantiere. Costruire un asilo in un parco pubblico a poco più di 500 metri da una scuola abbandonata. L’idea...

Infiltrazioni mafiose a Rende, l’ex assessore Munno: «Lavori in corso sono...

RENDE (CS) – Cantieri e transenne colorano la città di Rende. Lo scioglimento per infiltrazioni mafiose non ha fermato le opere pubbliche progettate dalla...

Ex Hotel La Fenice, in Sila 88 migranti ospitati ‘in famiglia’...

SPEZZANO SILA (CS) - Sono circa 100 le persone ospitate nell’ex Hotel La Fenice di Spezzano Sila. Lamentano di soffrire il freddo e di...