Clochard dorme da oltre un mese sulle scale di Santa Teresa «la parrocchia ha fatto di tutto»

L'avv. Gabriella Marini Serra: «purtroppo rifiuta alloggi e si sono creati anche problemi di natura sanitaria. Non si può accusare la chiesa e il parroco di non far nulla»

COSENZA – Riceviamo e pubblichiamo le parole dell’avvocato Gabriella Marini che interviene sulla vicenda della donna, senzatetto, che da oltre 40 giorni si è accampata sulle scale della chiesa di Santa Teresa. «Ci sono tanti invisibili a cui spesso non si riesce a dar voce, che a volte rimangono ai margini di una società che difficilmente include e spesso rimane sorda alle richieste di aiuto o inerme quando c’è da intervenire. Ci sono tanti nomi di persone bisognose di aiuto: Giorgina, Saverio, Mimmo… ma oggi più di tutti lo è Blessing. È questo il nome di una giovane nigeriana di 38 anni, proveniente dai campi della Libia, che da qualche tempo trascorre le sue giornate su una fredda scalinata a Cosenza. Questa scalinata è quella principale della Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù nel cuore pulsante della città a due passi dalla Questura di Cosenza e nel pieno della movida cittadina che ogni sera anima la piazza antistante».

«Blessing – scrive l’avv. Marini Serra – ha scelto come posto sicuro e suo giaciglio i gradini antistanti la porta centrale della Chiesa che fino ad un mese fa risultava aperta per accogliere i pellegrini per il Giubileo Teresiano e ora continua ad esserlo, ma agli occhi dei più distratti non per lei. Da quando Blessing ha scelto di trascorrere anche le sue notti sotto le intemperie, il Parroco, il Vice Parroco, le suore, la Caritas, i parrocchiani hanno iniziato una serie di interventi di supporto e di aiuto che però non sono serviti ad allontanare Blessing dalla strada né a darle un posto sicuro, al coperto e al caldo dove stare».

Per un privato cittadino è impossibile gestire la situazione

«In questi casi è impossibile per un privato cittadino aprire le porte della propria abitazione ad un senzatetto se questi non vuole essere aiutato, anche se ha oggettivamente bisogno di aiuto, se ha alterazioni mentali che solo una terapia farmacologica regolarmente somministrata può circoscrivere e magari non si hanno le opportune conoscenze e competenze per farlo. Partendo proprio da questa situazione, il parroco Don Dario De Paola ha chiesto aiuto a tutte le istituzioni, inoltrando una lettera accorata ai Servizi Sociali, al Comune, al Prefetto, alla Questura, con la quale si richiedeva solo di essere aiutato ad aiutare consapevolmente una persona bisognosa ma avente importanti problematiche».

«Pare che la signora fosse ben conosciuta sia dai Servizi Sociali, sia da alcune strutture e che fosse già stato richiesto un intervento di natura sanitaria e non sociale , ma ad ogni TSO seguiva un rifiuto, ad ogni avvicinamento di uno specialista urla e grida, ma poi tutto è cambiato grazie ad una specialista in servizio a Casa Nostra, la quale intercettando la fiducia di Blessing ha cercato di intervenire con tutta la sua professionalità circoscrivendo l’ira funesta che aveva caratterizzato la sua permanenza sulla scalinata di Santa Teresa fino a qualche giorno fa. Adesso, a seguito della relazione dei Servizi Sociali, il 4 dicembre verrà nominato un amministratore di sostegno temporaneo, al fine di richiedere l’inserimento in una struttura adeguata che possa accoglierla e curarla. Così come per Blessing, si spera che anche per Giorgina, Saverio, Mimmo e gli altri invisibili, la comunità, in sinergia, possa fare qualcosa…perché da soli si può far ben poco. Guardare e criticare non serve a nulla, invece unirsi e agire può cambiare il mondo».

Avv. Gabriella Marini Serra

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Cosenza, scontri al derby: al vaglio degli inquirenti i video che fanno luce sulla...

Cosenza - I video ripresi dal sistema di sorveglianza del centro commerciale e numerosi video girati da privati che circolano sui social sono al...

Call center Tim, la situazione ‘degenera’ in Calabria e in tutta Italia: verso lo...

ROMA - Le segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, "considerato il peggioramento delle condizioni delle varie vertenze in corso su aziende...
Patrizia-Rodi_alberi-secolari-bruciati

Tagliati e dati alle fiamme alberi secolari di ulivo: nel mirino una dirigente di...

ROSARNO (RC) - Persone non identificate hanno tagliato alcune piante secolari di ulivo, mentre ad altre hanno dato fuoco, sui terreni a Rosarno, in...
Landini-e-Occhiuto

Calabria, terra fragile. Occhiuto: «stiamo tentando di far restare i giovani calabresi, processo lungo»

LAMEZIA TERME (CZ) - "In questa regione abbiamo un precariato straordinario. Un precariato per la verità che non ho creato io, perché il mio...
studenti-aula-lezione-unica

Unical: al via l’ammissione anticipata ai corsi di laurea per 4mila studenti

RENDE (CS) - È stato pubblicato il bando per l’ammissione anticipata ai corsi di laurea triennale e a ciclo unico (quinquennale) dell’Università della Calabria...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza: la denuncia dalla Commissione d’Albo dei Tecnici di Radiologia sulla...

COSENZA - "Scrivo questa lettera in qualità di Consigliere della Commissione d’Albo dei Tecnici di Radiologia della provincia di Cosenza per denunciare apertamente quello...

Granata attacca Caracciolo «sulla depurazione di Montalto intervenga la Procura della...

MONTALTO UFFUGO (CS) - "La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza, il NIPAAF Carabinieri di Cosenza e il Comando Carabinieri per la...

Rende: lanciano oggetti e insultano passanti e ragazze, «attenti a quell’auto»

RENDE - Vanno in giro a bordo di un'auto, sembrerebbe una Golf di colore bianco, e  questa situazione va avanti da diverse settimane. A...

Batterio ‘killer’, avvocato Carratelli: «nessuna condanna definitiva per il dott. Bossio»

COSENZA - In riferimento all'articolo pubblicato da questa testata giornalistica dal titolo  "Azienda ospedaliera di Cosenza condannata, batterio ‘killer’ isolato 35 volte in un...

Cosenza, Associazione Studi Giuridici Immigrazione: «criticità all’Ufficio Immigrazione della Questura»

COSENZA - L'ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) si è fatta promotrice di una lettera contenente le principali contestazioni mosse dagli operatori del...

Montalto: bimbo lasciato sporco a scuola, la lettera di docenti e...

MONTALTO UFFUGO (CS) - "Una cosa che lascia profondamente amareggiati tutti noi che lavoriamo, con totale dedizione, presso l'IC "Emilio Bianco" di Montalto Uffugo,...