Arrestato per furto e resistenza torna in libertà - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Arrestato per furto e resistenza torna in libertà

Avatar

Pubblicato

il

MONTALTO UFFUGO – Scarcerarto. Francesco De Dominicis, il 49enne di Montalto Uffugo, arestato dai carabinieri di Rende e dai militari dell’Arma della stazione di Montalto Uffugo, con l’accusadi furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, è tornato in libertà. Il verdetto di scarcerazione, emesso dal giudice Pingitore, durante il processo per direttissima, ha lasciato di stucco, il sostituto procuratore della Repubblica Salvatore Di Maio

che, allo stesso magistrato, aveva chiesto la conferma dlle detenzione cautelare. Il verdetto di scarcerazione di De Dominicis è anche merito dell’avvocato Roberto Loscerbo, penalista del foro di Cosenza e legale di fiducia dello stesso 49enne. Il suo arresto era avvenuto, al termine di una giornata investigativa che ha visto impegnati i carabinieri della Compagnia di Rende, diretti dal capitano Luigi Miele e i militari dell’Arma della stazione di Montalto. L’accusa nei suoi confronti è di furto aggravato, nonché di resistenza a pubblico ufficiale.

Il fatto era inziiato intorno all’ora di pranzo. De Dominicis, in compagnia della compagna (denunciata per furto aggravato) si presentava all’Ipersidis di Rende. I due, senza dare nell’occhio, giravano l’ipermercato, si fermavano davanti agli scaffali espositori e, lontano da occhi indiscreti, facevano compere, senza carrello. Sì, perché, tutto quello che avevano acquistato, lo hanno depositato  sotto i vestiti. Arraffata un bel po’ di roba, i due, si avviavano all’uscita. Il comportamento sospetto dei due non sfuggiva all’occhio attento di una guardia giurata che, s’avvicinava alla coppia per un controllo. Lo stop non era piaciuto a De Dominicis che, in preda ad una reazione spropositata, aggrediva il vigilantes e, in tutta fretta si dirigeva con la sua compagna verso l’auto. La fuga era immediata. Il vigilantes, nonostante l’aggressione, è però riuscito a prendere il numero di targa. Subito dopo lanciava l’sos alla sala operativa dei carabinieri di Rende. Le ricerche venivano avviate immediate ed in base alla targa dell’auto e alla dettagliata descrizione fisica fornita dalla guardia giurata, gli inquirenti del 112 sono riusciti a rintracciare l’autore del fatto. Bussavano a casa di De Dominicis. All’inizio nessuno dei due rispondeva a quella scampanellata. I detective dell’Arma si qualificavano ed imponevano al 49enne di aprire la porta. L’uomo andava in escandescenza e aggrediva, con testate e pugni, i militari dell’Arma. Vieniva mmediatamente “placcato” e reso inoffensivo. Portato in caserma per le formalità di rito era stato accompagnato in carcere. Da cui stamattina è uscito.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza