Cosenza senza acqua, interviene il Comune: «interruzioni inammissibili da Sorical» - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Cosenza senza acqua, interviene il Comune: «interruzioni inammissibili da Sorical»

«L’aggravante è che vengono ordinate chiusure anticipate ed immediate (senza alcun preavviso) dell’alimentazione dei serbatoi»

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – “Nella giornata di ieri, a causa di lavori improcrastinabili alla condotta dell’Abatemarco, Sorical ha interrotto la portata idropotabile nella città di Cosenza”. È quanto afferma in una nota l’Amministrazione Comunale dopo l’ennesima segnalazione da parte di cittadini esasperati, residenti negli alloggi popolari di Cosenza.

“Ciò – proseguono gli amministratori della Città dei Bruzi – ha inevitabilmente causato ulteriori difficoltà ai cittadini, già molto provati da una annosa e grave criticità idrica in corso. La città di Cosenza e i Comuni alimentati dal sistema Abatemarco, ormai dal 2017, vivono una crisi strutturale nei periodi di settembre, ottobre e novembre che vede la Sorical ridurre le forniture. A Cosenza quest’anno la Sorical ha attivato 3 riduzioni del 10% cadauna per un totale di 85 l/s, comportando un disagio alle forniture in città.
L’aggravante è che vengono ordinate chiusure anticipate ed immediate (senza alcun preavviso) dell’alimentazione dei serbatoi Merone e De Rada che vengono serviti direttamente dal serbatoio di Cozzo Muoio gestito da So.Ri.Cal.

Emergenza idrica, chiesto un tavolo tecnico

Per affrontare compiutamente questa situazione il sindaco Franz Caruso ha chiesto a S.E. il signor Prefetto di Cosenza la convocazione di un tavolo tecnico alla presenza di So.Ri.Cal., della Regione Calabria e dei Sindaci delle comunità servite dall’Abatemarco. E’ necessario, infatti, che si spieghi ai cittadini come Sorical  possa affermare  che le riduzioni operate sono solo del 7% e cosa si è fatto per evitare il ripetersi di tale crisi. Le risposte che ci attendiamo da  Sorical  e dalla Regione Calabria  sono volte anche a sapere se  persistono risorse  finanziarie pari a  10 milioni di euro destinati al sistema Abatemarco, ritenuto necessario per ridurre le difficoltà di approvvigionamento, di cui oggi non si conosce lo stato dell’arte o se addirittura queste risorse  sono state definanziate e che fine ha fatto il finanziamento di 25 milioni di euro che, nel 2017 sulla base di un accordo tra Sorical e Abatemarco alla presenza del Prefetto dell’epoca, dovevano essere destinati per rigenerare la rete, con l’obiettivo di sgravare le difficoltà del sistema Abatemarco,  che oggi risulta destinato ad un progetto messo a gara  come semplice Opera pubblica e non per come prefissato”. “Non è più ammissibile – conclude la nota dell’Amministrazione Comunale – che i cosentini subiscano gestioni di riduzione di acqua improvvise ed anche discutibili, per cui sulla questione è indispensabile e doveroso fare chiarezza immediata”

Area Urbana

Cosenza: esplode condotta d’acqua, disagi e danni al manto stradale

Disagi alla circolazione sul tratto interessata dalla copiosa fuoriuscita d’acqua. Sul posto si sono recati immediatamente i vigili del fuoco

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Una condotta d’acqua è scoppiata nel pomeriggio in centro città. La copiosa perdita si è verificata su via Roma, nei pressi della sede dell’Inps di Cosenza. La forza dell’acqua ha sollevato il manto stradale e si registrano disagi alla circolazione. L’acqua ha invaso il marciapiede che corre lungo via Caloprese fino a piazza Europa. Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco di Cosenza.

Foto-video: Francesco Greco

Continua a leggere

Area Urbana

Shoa, la scuola ‘Don Milani-De Matera’ di Cosenza premiata dal Ministro Valditara

Due le scuole premiate in tutta Italia, tra cui quella cosentina. Una menzione speciale al Quirinale grazie al video elaborato in occasione della giornata della memoria

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Un “giorno della memoria” importante quello percorso dalla scuola calabrese quest’anno, in particolare dall’Istituto Comprensivo “Don Milani – De Matera” di Cosenza che, partecipando al concorso nazionale “I giovani ricordano la Shoah”, indetto dal Ministero dell’Istruzione e del Merito, ha ricevuto una menzione speciale con il video “Il filo della storia”. Grande l’emozione vissuta da Valeria e Ludovica che, in rappresentanza dei compagni delle quinte A e B del loro istituto, hanno ricevuto il premio dal Ministro Valditara in persona, partecipando alla cerimonia che si è svolta al Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella.

“È con profondo orgoglio, anche in qualità di donna di Scuola – afferma il Vicepresidente con delega all’Istruzione Giusi Princi – che indirizzo un plauso al Dirigente scolastico Immacolata Cairo, alle docenti Dorotea Battista e Debora Gaudio e ai bambini delle quinte A e B dell’Istituto ‘Don Milani- De Matera’ per la capacità con cui sono riusciti a raccontare in chiave moderna, con originalità del metodo usato e adozione di un sistema innovativo di costruzione del video, una delle pagine più drammatiche della storia del ‘900.

Un riconoscimento che assume un valore ancor più alto se si considera che – continua il Vicepresidente – dei cinque istituti premiati, soltanto due sono le scuole primarie vincitrici, tra cui quella calabrese che, con il linguaggio semplice e immediato del video-racconto, è riuscita appunto dimostrare come la scuola debba essere il vero antidoto contro l’antisemitismo, la strada più importante per riconoscere la centralità della persona come indica la Costituzione. Ringrazio e mi complimento – conclude Giusi Princi – con la comunità scolastica cosentina per questa bella pagina fatta vivere alla Scuola calabrese tutta. Scuola calabrese tutta – puntualizza ancora Princi – caratterizzata da un alto senso di responsabilità e da capacità di interpretare con metodi didattici innovativi i bisogni dei nostri studenti”.

Continua a leggere

Area Urbana

A Rende arriva Beppe Grillo con il nuovo show ‘Io sono il peggiore’

Dopo un lungo periodo di silenzio, ritorna a Teatro con «lo spettacolo delle rivelazioni, – come lo definisce lui stesso – dove tutti sono coinvolti e nessuno è escluso!»

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE (CS) – Dopo un lungo periodo di silenzio, Beppe Grillo ritorna a Teatro con “Io sono il peggiore“, come lo definisce lui stesso: “lo spettacolo delle rivelazioni, dove tutti sono coinvolti e nessuno è escluso!“. Dalla religione alle silenziose guerre economiche, passando per il metaverso, fino al lato oscuro dell’ambientalismo, il grande ritorno sulle scene del comico italiano più spiazzante, caustico e “odiato” di tutti i tempi, come non si è mai visto. Durante lo spettacolo si avvarrà di immagini su un grande schermo e di contributi video via internet.

Tre le date in Calabria: 11 aprile al Teatro Comunale Grandinetti di Lamezia Terme, 13 aprile al Teatro Garden di Rende, 14 aprile al Teatro Vittoria di Diamante, inizio show ore 21:00. La prevendita dei biglietti è partita oggi su www.ticketone.it e in tutti i punti Ticketone (Prezzo dei biglietti, compreso diritti di prevendita: 1° settore €39,00; 2° settore €34,50; 3° settore €29,00; 4° settore €25,00). Informazioni allo  0968441888. Per Diamante bisogna rivolgersi alla biglietteria del Teatro (tel. 098581055). Le date calabresi del tour, distribuito come sempre da Marangoni Spettacoli, sono organizzate in Calabria dalla Show Net di Ruggero Pegna con la collaborazione dell’Associazione Teatrale I Vacantusi, Dedo Eventi e Tirreno Festival.

Continua a leggere

Di tendenza