Bilancio positivo per il Comitato provinciale Unicef di Cosenza - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Bilancio positivo per il Comitato provinciale Unicef di Cosenza

“Siamo impegnati in campagne per la vaccinazione dei bimbi contro morbillo, poliomielite, aids, covid”

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Sensibilizzare la comunità sul tema della difesa dei diritti dell’infanzia e fornire aiuti concreti ed immediati. E’ la missione dell’Unicef, il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, che ha saputo dare voce ai bisogni dei più deboli ed indifesi, a tutte le latitudini. Il Comitato provinciale Unicef di Cosenza, a distanza di un anno dalla nomina a presidente di Monica Perri, traccia un bilancio più che positivo del lavoro portato avanti insieme ad un nutrito gruppo di volontari ed alla Segretaria Ida Mancuso.

L’articolato programma ha fatto registrare diversi momenti di confronto sul tema dei diritti dei minori evidenziati nella Convenzione promossa dall’Onu, i progetti educativi realizzati con le scuole del territorio che hanno interessato centinaia di giovanissimi studenti, l’apertura di numerosi Baby Pit Stop in provincia – presso l’Università della Calabria, il Museo dei Brettii e degli Enotri, la Casa Editrice Pellegrini, ad esempio, insieme alla referente Gabriella Coscarella – per la promozione dell’allattamento al seno come prima forma di vaccinazione, i laboratori didattici e solidali per la realizzazione delle bambole simbolo dell’Unicef, le “Pigotte”, raccolte fondi, rassegne artistiche, teatrali e sportive. Iniziative che hanno permesso al Comitato di essere presente tra la gente e presso le Istituzioni e di concorrere a realizzare nel concreto i progetti di aiuto. Cosenza, Rende, Belsito, Belvedere, Cariati, Casali del Manco, Cassano allo Ionio, Corigliano, Diamante e Paola i Comuni protagonisti delle principali attività. “Attraverso le donazioni ricevute – commenta Monica Perri – con Unicef Italia abbiamo fatto sì che fossero consegnati nelle zone colpite dalla guerra, tra cui Yemen, Afghanistan, Ucraina, Siria e in Africa, kit igienici e alimentari, vitamine, pastiglie per la potabilizzazione dell’acqua, quaderni, lavagne, medicinali, coperte. Siamo impegnati in campagne per la vaccinazione dei bimbi contro morbillo, poliomielite, aids, covid”.

È notizia di queste ore che l’UNICEF ha assegnato a GSK un contratto per la prima fornitura di un vaccino contro la malaria per un valore di 170 milioni di dollari, in modo da rendere disponibili 18 milioni di dosi di RTS,S/AS01 nei prossimi tre anni. Nel 2020, circa mezzo milione di bambini, soltanto in Africa, è morto a causa della malaria, ovvero 1 bambino al minuto. “Un momento particolarmente significativo di questo anno – sottolinea la presidente Monica Perri – è stata la visita istituzionale della presidente di Unicef Italia Carmela Pace. Con lei abbiamo incontrato i volontari, compresi i giovani del gruppo younicef, i rappresentanti delle istituzioni civili e religiose della provincia, tra cui il Prefetto Ciaramella e la presidente della Provincia di Cosenza Succurro, i giornalisti, gli alunni di diversi istituti comprensivi ed i vertici degli altri Comitati provinciali Unicef, coordinati dal presidente regionale Raiola. I focus tematici sui paesi colpiti dai conflitti come l’Afghanistan e l’Ucraina sono poi serviti a prendere coscienza delle difficoltà aggiuntive che la guerra reca con sé e che hanno come vittime eccellenti proprio i bambini, che vedono spegnere ogni possibilità di miglioramento della propria vita”. Il Comitato provinciale Unicef di Cosenza sarà impegnato nei prossimi mesi in una serie di altre iniziative, a partire da una campagna sull’ambiente e sui cambiamenti climatici.

“Sarà al nostro fianco anche la neo Testimonial Unicef Pina Amarelli che, nella sua straordinaria qualità di ambasciatrice della cultura e dell’imprenditoria italiana nel mondo, non potrà che aggiungere valore al nostro impegno, che si nutre di condivisione e promozione di quei valori che da 75 anni vengono messi al servizio dell’infanzia e dell’adolescenza. Proseguiremo l’impegno nel combattere la piaga della malnutrizione, il mancato accesso alle cure sanitarie, all’acqua potabile, all’istruzione. E continueremo a dare ascolto alle difficoltà dell’infanzia anche sul nostro territorio, a partire dall’assenza di servizi di base e dalla povertà educativa, di concerto con le istituzioni, le altre associazioni e lo straordinario mondo del volontariato”.

Area Urbana

Cosenza, riaprono le porte dell’Officina delle Arti dopo tre anni di chiusura

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Un luogo magico e affascinante l’Officina delle Arti che riapre dopo circa tre anni di chiusura forzata, causata non solo dalla pandemia ma anche dalle difficoltà economiche, con una serata sociale per riprendere il contatto dal vivo con tutti voi. La data scelta è quella di domani, venerdì 9 dicembre con inizio alle ore 19. L’ingresso sarà libero ma agli ospiti sarà solo richiesto un libero contributo per il tesseramento del 2023. L’atmosfera che si vuole ricreare è quella conviviale ed informale di qualche di tempo fa, quando nell’Officina delle Arti ci si ritrovava per assistere agli spettacoli ed, alla fine, stuzzicare qualche piccola delizia gastronomica sempre accompagnata da un bicchiere di vino locale.

Sarà anche l’occasione anche per rendere noti programmi e progetti per la prossima stagione di spettacoli. Sarà anche inaugurato il “Negozio di Ricordi” con tanti oggetti, anche di scena, nascosti nei magazzini, insieme a decine di quadri di autori calabresi e nazionali, oltre a mobili, radio e grammofoni d’epoca e suppellettili vari, che saranno in vendita per contribuire alla ripartenza dell’attività. La serata, inoltre, sarà intervallata dalle esibizioni di alcuni artisti e le loro performance e non mancheranno sorprese ed omaggi per tutti i partecipanti.

Continua a leggere

Area Urbana

Ispettorato del Lavoro di Cosenza, dipendenti aderiscono allo sciopero del 12

«I lavoratori dell’INL chiedono tutele per dare tutele e lo faranno ancora una volta nell’incontro con la Ministra del Lavoro»

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Le lavoratrici e i lavoratori dell’Ispettorato del Lavoro di Cosenza aderiscono allo sciopero proclamato, a livello nazionale dalle OO.SS per l’intera giornata del 12 dicembre 2022. “Continua ad essere negata – scrivono i lavoratori –  la perequazione dell’indennità di amministrazione riconosciuta a tutte le altre Amministrazioni. Non si tratta di una mera vertenza economica, ma di una scelta del modello di lavoro che si intende promuovere. Se davvero si vogliono contrastare le morti bianche e lo sfruttamento lavorativo e’ necessario che si investa negli organi di controllo e si potenzi un ente che e’ presidio della legalità sul territorio.

I lavoratori dell’INL chiedono tutele per dare tutele e lo faranno ancora una volta nell’incontro con la Ministra del Lavoro che si terrà proprio il 12 dicembre, all’esito del presidio previsto a Roma davanti al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Basta proclami, è ora che il lavoro sicuro e dignitoso diventi impegno concreto, si diano strumenti e riconoscimenti adeguati a chi deve garantirlo”.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, via Marini Serra chiusa fino a sabato per lavori sulla rete idrica

Lo ha disposto, con apposita ordinanza, la Polizia Municipale, a partire da domani 9 dicembre, per consentire una riparazione. Ecco i percorsi alternativi

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Resterà chiusa al transito, dalle ore 7,30 di venerdì 9 dicembre alle ore 14,00 di sabato 10 dicembre, via Giuseppe Marini Serra. Lo ha disposto, con apposita ordinanza, la Polizia Municipale, per consentire al Settore Infrastrutture del Comune di effettuare lavori di riparazione sulla rete idrica comunale.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto i lavori comporteranno l’utilizzo di mezzi meccanici che occuperanno parte della carreggiata. Pertanto si è deciso di modificare temporaneamente la vigente disciplina della circolazione sull’area interessata al fine di garantire le migliori condizioni di sicurezza agli addetti ai lavori e agli utenti della strada.

La Polizia Municipale ha indicato nell’ordinanza i percorsi alternativi:

1) Via M.Martire-Via Casali-Via P.Sprovieri-Via S.Cavalcanti-SS.107;

2) Ponte San Lorenzo-Spirito Santo-Via Petrarca-Via Siniscalchi-Portapiana (solo autovetture, escluso mezzi pesanti).

Continua a leggere

Di tendenza