Confronto a Palazzo dei bruzi sul futuro dell'Intelligenza Artificiale - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Confronto a Palazzo dei bruzi sul futuro dell’Intelligenza Artificiale

Il sindaco di Cosenza Franz Caruso prenderà parte all’importante confronto promosso dall’Intergruppo Parlamentare Intelligenza Artificiale, in collaborazione con Fortune Italia

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Si parlerà di futuro dell’Intelligenza artificiale oggi alle 16, nel salone di rappresentanza di Palazzo dei bruzi. Il percorso di approfondimento e di confronto sulla via italiana dell’Intelligenza Artificiale è al suo terzo appuntamento ed arriva a Cosenza dopo quello alla Ca’ Foscari di Venezia, dedicato ad analizzare potenzialità e criticità delle applicazioni dell’Intelligenza Artificiale al campo della formazione e del relativo passaggio alle imprese. Il dibattito, dal tema “Il Futuro dell’IA: il mondo dell’impresa” riparte dalla città dei Bruzi con un focus dedicato proprio alle imprese.

Alessandro Fusacchia, coordinatore dell’Intergruppo Parlamentare Intelligenza Artificiale, ed Emanuele Bevilacqua, direttore di Fortune Italia, animeranno il confronto tra rappresentanti delle istituzioni nazionali e locali e delle imprese sulle soluzioni che l’Intelligenza Artificiale può offrire alle aziende e su come essa possa impattare sulla trasformazione di tutto il sistema produttivo. Parteciperà tra gli altri il Presidente dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale, Gianluigi Greco.

Il sindaco Franz Caruso porterà i saluti istituzionali, così come faranno Rosario Varì, assessore allo sviluppo economico della Regione e Nicola Leone, rettore dell’Università della Calabria. Subito dopo, il via alle diverse sessioni dei lavori.

La prima avrà per tema “A quali problemi delle imprese (e a che condizioni) l’Intelligenza Artificiale può essere la soluzione. Parteciperanno l’On.Enza Bruno Bossio, co-relatrice del parere della Camera dei Deputati sul regolamento europeo IA, Francesco Dattola, Presidente del Consiglio di Amministrazione della “E Way Enterprise Business School”, Salvatore Iiritano, Ceo di Revelis, Massimo Ruffolo, Ceo di Altilia e Pietro Scarpino, Presidente della NTT. Nelle sessioni successive si approfondiranno i temi dell’Intelligenza Artificiale come leva per la competitività e dell’Intelligenza Artificiale e la trasformazione di tutto il sistema produttivo.

Area Urbana

Cosenza che ama leggere: appuntamenti letterari, artistici e musicali

Ogni 15 giorni a Cosenza nella sala Telesio dell’Hotel Royal una nuova iniziativa per leggere e ascoltare buona musica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – La città dei Bruzi si conferma luogo di incontri culturali dove esprimere il grande desiderio di conoscenza e di amore per l’arte; ogni 15 giorni a Cosenza nella sala Telesio dell’Hotel Royal (in via XXIV Maggio, 1), si terranno gli appuntamenti dal titolo “Cosenza che ama leggere e ascoltare buona musica”.
L’iniziativa è nata dalla vivacità e dall’organizzazione dell’Universitas Vivariensis, presente in Calabria da oltre 20 anni, che organizza incontri, festival, mostre, presentazioni di libri. Questa nuova iniziativa è nata per ridestare, in primis, tra i cosentini, l’attaccamento alla buona abitudine di incontrarsi per parlare di libri, ascoltare musica e vedere insieme mostre d’arte.

A promuovere gli incontri l’editore Demetrio Guzzardi: «Dopo la pandemia era giusto riaccendere i motori per riportare le persone a incontrarsi, a leggere buoni libri, a ridare un’anima alla nostra città che da sempre vive di iniziative culturali. Al nostro iniziale appello hanno già risposto in tanti: l’Hotel Royal (il salotto culturale di Cosenza) ha subito apprezzato e approvato il nostro progetto, poi nostri compagni di cammino l’Accademia musicale della Calabria “F.S. Salfi” che punta sulla nostra manifestazione per far conoscere al grande pubblico i propri allievi, che così possono offrire alla città lo studio e la preparazione conseguita in ore di lezioni ed esercitazioni. Tra i primi ad aderire il Centro studi calabresi “Cattolici socialità politica”, l’Associazione Sguardi ecologici e la sezione della Presila cosentina del Convegno di cultura Maria Cristina di Savoia e altre associazioni hanno già chiesto di poter partecipare al progetto.

Un plauso all’artista Luigia Granata, che ha realizzato il logo della manifestazione, un disegno di Cosenza con i suoi monumenti storici, attraversata dal Crati (Cosenza è una delle poche città dove avviene la confluenza di due fiumi) a simboleggiare che la cultura nasce in luoghi precisi, ma poi come un fiume arriva al grande mare, dove tutti possono navigare».

Il primo incontro è previsto per domani, mercoledì 7 dicembre alle ore 17 con un saluto di Fabia Meranda dell’Hotel Royal e del prof. Antonio Lavoratore dell’Accademia musicale “Salfi”; verrà presentato il saggio di Franco Pichierri “Il ritorno di Babele” con la partecipazione di don Giacomo Tuoto, Roberto Guarasci, Franco Napoli e Mario Occhiuto. Il libro nella prima parte è autobiografico, nella seconda viene espresso un giudizio sulla crisi della politica e sul desiderio di «sconfiggere Babele, partendo da un rinnovato impegno dei territori, con i municipi, unici presidi che garantiscono la partecipazione del cittadino alla cosa pubblica, come sostenevano già nei primi anni del Novecento don Luigi Strurzo e il cosentino don Luigi Nicoletti».

Nel corso dell’incontro gli allievi della classe di tromba dell’Accademia musicale “Salfi” di Cosenza, si esibiranno con alcuni brani del loro repertorio. Il secondo appuntamento è previsto mercoledì 21 dicembre con il nuovo romanzo di Rita Fiordalisi “Il cavaliere e la costellazione della Vergine”, che ricorda anche gli 800 anni della consacrazione della Cattedrale di Cosenza.

Continua a leggere

Area Urbana

Notti di Note, al via domani la rassegna musicale itinerante

Franz Caruso: “Continuiamo ad accendere i riflettori non solo sul “salotto buono” della città, ma anche sulle periferie urbane quali via Popilia, Donnici e Serra Spiga”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Parte domani il progetto artistico-musicale “Notti di Note”, attraverso il quale saranno coinvolti giovani e talentuosi artisti locali e che il sindaco, Franz Caruso, ha voluto itinerante per l’intero territorio cittadino. “Ho voluto che questa rassegna di musica e spettacolo fosse itinerante – ha affermato il primo cittadino di Cosenza – includendo, quindi, una parte del territorio per troppo tempo abbandonata a se stessa, per ribadire un concetto a me caro e sulla base del quale porto avanti la mia azione amministrativa: le periferie sono una parte importante della città e devono essere sempre tenute in considerazione. Solo crescendo tutti insieme, infatti si costruisce uno sviluppo serio, armonico e condiviso. Continuiamo, pertanto, anche in questa occasione ad accendere i riflettori non solo sul “salotto buono” della città, ma anche sulle periferie urbane quali via Popilia, Donnici e Serra Spiga”.

“Il progetto, inoltre – conclude il sindaco Franz Caruso – potrà rappresentare anche un trampolino di lancio per tanti talenti locali, che devono essere sostenuti ed accompagnati, per quanto è possibile, verso l’auspicato successo. Ritengo importante, infatti, valorizzare i nostri giovani anche offrendo loro un palcoscenico per farsi conoscere dal grande pubblico. Il cartellone proposto è, dunque, ricco e variegato, capace di soddisfare un pubblico vasto ed eterogeneo, e mi auguro che venga seguito ed apprezzato.”

 

Inserito nel progetto “Spettacoli ed eventi” della Regione Calabria, Notti di Note aprirà i battenti domani a Donnici alle ore 16.00 ed a Piazza Santa Teresa alle ore 19.00 con i Dj Cosentini in collaborazione con Franco Siciliano. L’8 dicembre, dalle ore 17.30 si esibiranno band di musicisti cosentini in Piazza Carratelli, Piazza Bilotti, piazza XI Settembre, piazza Loreto e piazza Kennedy. Il 9 dicembre, sarà poi la volta della “Notti di Note RAP” alle 21.30 al teatro “Rendano”. Presso il piazzale della Parrocchia di Serra Spiga, sabato 10 dicembre, alle 19.00 sarà cantata e “cuntata” ai giovani la tradizione del Natale in Calabria con “Incenso e Mirra”. Notti di Note si concluderà a via Popilia, domenica 11 dicembre, alle ore 17.30 con l’incontro/stage di musica popolare nei quartieri.

Continua a leggere

Area Urbana

Partono da Montalto i congressi territoriali della Fillea Cgil calabrese

Da oggi e fino al 22 dicembre si svolgerà la fase congressuale che culminerà con la celebrazione del congresso della Fillea CGIL regionale

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Parte la stagione dei congressi territoriali della Fillea Cgil calabrese che inizierà oggi con il congresso che porterà all’unificazione della Fillea CGIL del comprensorio Pollino – Sibaritide – Tirreno con la Fillea CGIL di Cosenza e si concluderà giovedì 22 dicembre, con la celebrazione del congresso della Fillea CGIL regionale.

Alle 9,30 quando presso l’agriturismo “Villa Santa Caterina” di Montalto Uffugo si ritroveranno i delegati della Fillea CGIL comprensoriale Pollino – Sibaritide -Tirreno, comprensorio dove sono in corso i lavori di costruzione dell’Ospedale della Sibaritide, del 3° Megalotto della statale 106 nel tratto Sibari – Roseto, il cantiere, al momento, più importante del Meridione e, forse, anche dell’intero Paese, e i delegati della Fillea CGIL di Cosenza, territorio che presto sarà interessato da un altro importante cantiere, nell’ambito dell’Alta velocità ferroviaria, come quello del raddoppio della “Galleria Santomarco”.

Un congresso che sancirà l’unificazione delle due strutture della Fillea, facendo diventare la nuova struttura una delle più importanti strutture del sud in termini di investimenti. I lavori dell’assise congressuale saranno conclusi dal segretario Generale nazionale della Fillea CGIL, Alessandro Genovesi.

Venerdì 9 dicembre, alle 9.30 sarà la volta della Fillea CGIL dell’Area Vasta Catanzaro Crotone Vibo Valentia. L’assemblea congressuale si terrà presso il complesso monumentale del “San Giovanni”, a Catanzaro, e sarà conclusa da Antonella Monchieri del Dipartimento Edilizia Fillea CGIL. Giovedì 15 dicembre la fase dei congressi territoriali si chiuderà con il congresso delle strutture della Fillea CGIL di Reggio Calabria – Locri e della Fillea CGIL di Gioia Tauro che si terrà, con inizio alle 9.30, presso il Ristorante “Medmea”, a Rosarno. Anche questa assemblea congressuale, che sarà conclusa da Flavia Villani del dipartimento edilizia Fillea CGIL, sarà chiamata a sancire l’unificazione delle due strutture reggine.

“Con questa tornata congressuale portiamo a compimento – ha dichiarato il segretario generale della Fillea CGIL Calabria, Simone Celebre – il percorso di riorganizzazione che avevamo iniziato 4 anni fa con l’unificazione delle strutture di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia al quale oggi si aggiungono Cosenza con Castrovillari e Reggio Calabria con Gioia Tauro. Un’unificazione che ci porta a progettare e impegnare risorse finanziarie e umane verso i luoghi dove è presente il lavoro, semplificando, soprattutto, le nostre consuete modalità organizzative necessarie in termini di miglioramento dell’attività politica-organizzativa, della conseguente azione di proselitismo e della razionalizzazione del sistema, in un’ottica di migliore governo delle risorse umane e finanziarie. In questo processo di riorganizzazione – sottolinea Simone Celebre – la Fillea CGIL Calabria rappresenterà lo snodo essenziale nell’azione di indirizzo e coordinamento con la conseguenza di rispondere alla gestione delle politiche organizzative e contrattuali di tutto il territorio regionale”.

Il segretario generale della Fillea Calabria, alla fine annuncia, che la Fillea calabrese, lunedì 12 dicembre, parteciperà in massa in Piazza Prefettura, a Catanzaro, allo sciopero di 4 ore proclamato dalla Cgil e dalla Uil calabrese per protestare “contro una legge Finanziaria iniqua e ingiusta, che toglie ai lavoratori e ai meno abbienti per dare agli evasori e ai ricchi. Una legge di Bilancio che precarizza ancora di più il lavoro con l’introduzione dei voucher e che, soprattutto, penalizza i pensionati e chi vive in condizioni economiche disagiate”.

Continua a leggere

Di tendenza