Ucraina, gara di solidarietà a Cosenza. Pullman carichi e raccolte chiuse in anticipo

Diverse le raccolte andate a buon fine dall'associazione Oncomed alla Onlus di padre Fedele a Cosenza fino ai comuni e le scuole del cosentino
COSENZA – La chiamata alla raccolta di donazioni per l’Ucraina, in guerra a causa dell’invasione della Russia, ha avuto una risposta eccezionale a Cosenza e provincia con una vera e propria gara di solidarietà. Diverse associazioni come Oncomed e la Onlus di Padre Fedele a Cosenza, fino al Comune di Celico e Acri, annunciano la chiusura anticipata della raccolta di beni di prima necessità destinati alla popolazione ucraina, in quanto i mezzi sono carichi e pronti alla partenza.
“Siamo con grande gioia costretti a comunicarvi che chiudiamo la raccolta con un giorno d’anticipo. I pullman che portano il carico a Leopoli sono già stracarichi e così anche il tir. La risposta della città e della provincia, è stata straordinaria. Dunque ritiriamo le donazioni fino a oggi – scrive l’associazione Oncomed Cosenza sulla propria pagina social. Siamo una città dal cuore immenso”.
Anche L’associazione ONLUS Il Paradiso dei Poveri di Padre Fedele Bisceglia invita tutti a fermarsi con le donazioni di abbigliamento. “Si continua x la settimana prossima con coperte, cuscini, acqua in bottiglia di plastica ,alimenti a lunga conservazione in scatola,igienizzanti,farmaci generici da banco: antipiretici, fluidificanti, antidolorifici,tranex,bende, garze,betadina”, ha precisato Padre Fedele sui social
Il Comune di Celico avvisa che “la partenza dei beni di prima necessità raccolti dal Comune di Celico è stata anticipata a questa mattina e, pertanto, al momento risulta sospesa. L’Amministrazione comunale ringrazia tutti coloro che hanno voluto contribuire a questa raccolta per aiutare il popolo ucraino. Con la speranza che questo sanguinoso conflitto si concluda al più presto, il nostro Comune continuerà a promuovere tutte le iniziative necessarie per portare un aiuto concreto all’Ucraina.

L’Istituto ISS Ipsia Iti di Acri si attiva a favore del popolo ucraino facendosi punto di riferimento per tutta la comunità. La dirigente scolastica Franca Tortorella

ha ringraziato gli “alunni. docenti, personale scolastico e i molti cittadini acresi che hanno accolto il nostro appello e generosamente hanno donato capi di vestiario, calzature, coperte, cibo e farmaci. Grazie alle attività commerciali che hanno fornito gli scatoloni per lo smistamento. È stato un vero privilegio osservare questa maratona di solidarietà e raccontarla”.
- Pubblicità sky-

Correlati

Il procuratore Spagnuolo lancia l’allarme: «è emergenza droga a Cosenza»

COSENZA - "La droga e la sua diffusione tra i giovani, e non solo, è la prima emergenza che c'è a Cosenza". Lo ha...

Cosenza, in arrivo 4 finanziamenti di oltre 2milioni per le politiche sociali

COSENZA - "Abbiamo ottenuto 4 nuovi importanti finanziamenti, per un importo complessivo pari a circa 2milioni e 700mila euro, dal PNRR per progetti a...

Montalto Uffugo, ristrutturato un edificio destinato alle associazioni di volontariato

MONTALTO UFFUGO - A Santa Maria La Castagna di Montalto Uffugo, un vecchio edificio scolastico in disuso è stato riefficientato dall’amministrazione comunale guidata dal...

La Provincia di Cosenza punta a valorizzare il proprio patrimonio artistico. Presentato il progetto

E’ stato presentato presso la Provincia di Cosenza, il progetto che comprende una serie di azioni per ristrutturare e riqualificare il patrimonio artistico dell’Ente....
- Pubblicità -
- Pubblicità adsense 1-

Ultimi Articoli

Il procuratore Spagnuolo lancia l’allarme: «è emergenza droga a Cosenza»

COSENZA - "La droga e la sua diffusione tra i giovani, e non solo, è la prima emergenza che c'è a Cosenza". Lo ha...

Volo d’urgenza dalla Calabria per salvare un 44enne in pericolo di vita

ROMA -  Si è concluso nel primo pomeriggio il volo salva-vita effettuato da un velivolo Falcon 50 del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare, decollato dall’aeroporto...

Cosenza, in arrivo 4 finanziamenti di oltre 2milioni per le politiche sociali

COSENZA - "Abbiamo ottenuto 4 nuovi importanti finanziamenti, per un importo complessivo pari a circa 2milioni e 700mila euro, dal PNRR per progetti a...

In Calabria medici del 118 esclusi dai ‘ristori covid’: cresce la rabbia

COSENZA - Per Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti-Fismu l'esclusione dai ristori covid dei sanitari del 118, nella Regione Calabria, è inaccettabile dal punto di...

Montalto Uffugo, ristrutturato un edificio destinato alle associazioni di volontariato

MONTALTO UFFUGO - A Santa Maria La Castagna di Montalto Uffugo, un vecchio edificio scolastico in disuso è stato riefficientato dall’amministrazione comunale guidata dal...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti
- Pubblicità Cickio sidebar-
- Pubblicità adsense 2-

Categorie

Leggi ancora

Sgarbi querela imprenditore di Acri, giudice dichiara improcedibilità penale

Il sottosegretario alla cultura aveva chiesto 11mila euro per un evento che non si è svolto

Amaco, chiesto il concordato preventivo. Caruso: «per salvare l’azienda fatto di...

Durante il consiglio straordinario al Comune erano presenti i dipendenti di Amaco e il nuovo amministratore Michelangelo Mastrolorenzo. Il Tribunale prenderà in esame l’istanza di concordato

Nuova vita ai pneumatici usati: è in Calabria l’azienda green tra...

Una brillante realtà industriale che lavora la materia recuperata dalle gomme usate per produrre calcestruzzo e altri nuovi prodotti

Malena spegne le polemiche e arriva ad Acri: “Ho semplicemente accettato...

In un'intervista rilasciata ai microfoni della nostra radio RLB smorza i toni e ci racconta del suo libro "Pura - il sesso come liberazione"

Cosenza, genitori preoccupati al Don Milani-De Matera: “acqua nelle aule, intervenite”

Diversi gli appelli lanciati anche dalla preside e dalla responsabile prevenzione della scuola al Comune affinché si trovi una soluzione

Giornata di incendi in Calabria. Roghi anche nel cosentino

Fiamme a Bisignano e su tutto il territorio calabrese, nuovamente alle prese con l'emergenza roghi da Reggio Calabria a Catanzaro al Vibonese