Incendio in uno stabile abbandonato (e pieno di rifiuti) nel quartiere Santa Lucia - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Incendio in uno stabile abbandonato (e pieno di rifiuti) nel quartiere Santa Lucia

Catanzariti “Ennesimo rogo nel centro storico, ennesima casa privata abbandonata, diroccata e piena di rifiuti. Intervenire subito”

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Una squadra dei vigili del fuoco di Cosenza sta lavorando per spegnere un rogo divampato in uno stabile, nel quartiere Santa Lucia, nel centro storico della città. Le fiamme, le cui origini sono in corso di accertamento, sono divampate al piano terra di un edificio diroccato e disabitato da anni, pieno di rifiuti e che, nel mese di settembre dello scorso anno, è stato interessato anche da un crollo parziale. Non ci sarebbero dunque persone rimaste ferite, anche se si stanno effettuando i dovuti controlli. Sono stati i residenti, allarmati per il fumo e per le alte fiamme che uscivano dall’edificio, ad avvertire i vigili del fuoco.

Comitato Piazza Piccola “intervenire subito”

“Ennesimo rogo nel centro storico. Ennesima casa privata abbandonata, diroccata e piena di rifiuti” ha scritto su Facebook Stefano Catanzariti del Comitato Piazza piccola “bisogna intervenire subito sulle abitazioni private, sulla pulizia e il decoro dei luoghi. Bisogna mettere in piedi un piano di uscita dalla situazione di degrado e di emergenza, più che un piano di recupero turistico/culturale. Ne va della salvezza di ogni singola pietra e ogni singolo cittadino. Ne va dell’immagine di un intera città che forse ha dimenticato e denigra le sue radici”.

Cosenza

Rampini (Corsera) :” Il gap infrastrutturale in Calabria si può recuperare con digitalizzazione”

Rampini,  per quanto riguarda la Calabria, ha spiegato per esempio che  il gap infrastrutturale,  potrebbe esser recuperato  accelerando nella digitalizzazione

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Tra i relatori del seminario svoltosi presso la Camera di Commercio di Cosenza, promosso insieme a Promos Italia,  incentrato alla individuazione degli  strumenti di sostegno all’internazionalizzazione e una maggior spinta alla digitalizzazione per continuare a presidiare i mercati tradizionalmente legati al nostro export e per intercettare nuove opportunità in economie a maggior potenziale di sviluppo, nella consapevolezza che i prodotti legati al territorio e alla cultura nostrana fanno del Made in Italy un marchio unico e apprezzato nel mondo, c’è stato  Federico Rampini, Editorialista del Corriere della Sera e saggista che ha affrontato i temi geoeconomici che stanno influenzando il mondo come la guerra in Ucraina. Rampini,  per quanto riguarda la Calabria, ha spiegato per esempio che  il gap infrastrutturale,  potrebbe esser recuperato  accelerando nella digitalizzazione

Continua a leggere

Area Urbana

Problemi dopo un parto in casa, mamma e bimbo salvati dall’elisoccorso di Cosenza

L’equipe di sanitari alla guida del dottor Pasquale Gagliardi ha provveduto a trasferire la puerpera ed il bambino appena partorito all’Annunziata

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SAVELLI (KR) – E’ dovuto intervenire l’elisoccorso del 118 di Cosenza per prestare assistenza a Savelli, nel crotonese, ad una donna di 37 anni che aveva appena partorito in casa ed al neonato, entrambi con problemi. La telefonata al 118 ha fatto scattare immediatamente l’intervento dell’elisoccorso di Cosenza: l’equipe di sanitari alla guida del dottor Pasquale Gagliardi ha provveduto a trasferire la puerpera ed il bambino che aveva appena partorito nell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. La donna é stata ricoverata nel reparto di ostetricia e ginecologia, mentre il piccolo viene assistito dai sanitari della Terapia intensiva neonatologica. Adesso, comunque, entrambi stanno bene.

Continua a leggere

Area Urbana

Cattedrale, 800° anniversario alla presenza del Legato Pontificio. Divieti di sosta e transito

Un provvedimento necessario tenuto conto della partecipazione di numerose autorità religiose, civili e militari oltre ad una nutrita presenza di fedeli

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – In occasione della Solenne Celebrazione per l’Ottavo Centenario della Cattedrale di Cosenza, in programma sabato 25 giugno in Piazza 15 Marzo, alle ore 17,30, presieduta da Sua Eminenza, il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato della Santa Sede e Legato Pontificio per l’800° anniversario della dedicazione della Cattedrale, la Polizia Municipale, tenuto conto della partecipazione di numerose autorità religiose, civili e militari oltre ad una nutrita presenza di fedeli, ha emanato un’ordinanza resasi necessaria per l’adozione temporanea di specifici provvedimenti viabilistici atti a garantire le condizioni di sicurezza ai partecipanti e agli utenti della strada. Pertanto è stato istituito per sabato 25 giugno, dalle ore 12,00 alle ore 22,00 il divieto di sosta con rimozione:

– su Piazza 15 Marzo, per tutta la sua estensione;

– su via Paradiso, per tutta la sua estensione, eccetto i veicoli autorizzati;

– su Corso Telesio, per tutta la sua estensione;

sulla bretella compresa tra via Antonio Serra e Piazza 15 Marzo, per tutta la sua estensione;

– su Piazza Vittime Civili di Guerra, per tutta la sua estensione, eccetto i veicoli autorizzati.

Il provvedimento della Polizia Municipale dispone, inoltre, sempre per sabato 25 giugno, dalle ore 12,00 alle ore 22,00, il divieto di transito su:

– Piazza 15 Marzo;

– via Paradiso, eccetto i veicoli autorizzati;

– Corso Telesio;

– Via Antonio Serra;

– sulla bretella compresa tra via Antonio Serra e Piazza 15 Marzo;

– Piazza Vittime Civili di Guerra, eccetto i veicoli autorizzati.

Nel corso della manifestazione , gli agenti di polizia stradale in servizio adotteranno, per motivi contingenti, le appropriate misure di regolazione del traffico ed ogni altro opportuno provvedimento che la situazione dovesse richiedere.

Le linee di trasporto pubblico subiranno quelle modifiche di percorso e di fermata che si renderanno necessarie durante lo svolgimento della manifestazione.

Continua a leggere

Di tendenza