Terremoto a Cosenza, piazza Rodotà divide i cittadini “un rischio se fosse stata aperta” - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Terremoto a Cosenza, piazza Rodotà divide i cittadini “un rischio se fosse stata aperta”

Il progetto della riapertura del tratto scatena i social: per alcuni lasciare libera circolazione alle auto comporterebbe un rischio per gli alunni dei due istituti

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Lo smantellamento dell’isola pedonale su piazza Rodotà, a Cosenza, è ormai oggetto di discussione da diversi mesi, in particolare dall’insediamento di Franz Caruso a Palazzo dei Bruzi. Tra gli interventi alla viabilità cittadina, la riapertura al traffico del tratto di strada antistante le due scuole di via Misasi. Una discussione che si è accesa in queste ore sui social, dopo la scossa di terremoto stamani in Calabria, avvertita in maniera intensa anche a Cosenza con l’evacuazione di scuole e uffici e la moltitudine di studenti dei due istituti che ha affollato la piazza Rodotà. La riapertura di quel tratto divide la popolazione e apre delle questioni: per alcuni lasciare libera circolazione alle auto comporterebbe un rischio per gli alunni che si riversano in strada nelle ore di punta. Tenerla chiusa, invece, suscita l’ira di coloro che vedono nell’isola pedonale la causa di un blocco del traffico cittadino.

Almeno due mesi fa il coordinamento educativo Cosenza aveva protesta contro l’intervento in progetto nell’area urbana, indicendo un sit-in che aveva raccolto diverse adesioni.

 

Riapertura della piazza, i social si scatenano

“La presenza della piazza ha consentito dopo la scossa di terremoto di ospitare in sicurezza gli studenti di ben due istituti che sono stati evacuati. Non oso pensare cosa sarebbe accaduto se al suo posto ci fossero state macchine sfreccianti!!!Fermiamo questa assurdità,la piazza deve rimanere al suo posto”, scrive Simona sulla pagina “Il senso del tempo, il valore di un posto. Cosenza”. Un post che ha scatenato una serie di commenti tra i favorevoli e i contrari alla riapertura dell’isola pedonale. “A quanto pare il traffico vi piace. Per me il nuovo sindaco deve aprire tutte le strade chiuse, ribatte Francesco. E ancora “io ho votato Caruso, solo che non sono d’accordo su questo punto. Pensate sempre che la gente non ha cervello e i politici pensino per tutti?”, chiosa Biagio. “Ma non esageriamo… la piazza è un obbrobrio e va demolita per snellire il traffico. Le scuole hanno già i loro spazi”, commenta Giampiero.

Area Urbana

Cosenza, pubblicato avviso per il trasporto scolastico degli studenti con disabilità

Il settore welfare ha pubblicato l’avviso in scadenza il prossimo 6 febbraio riservato agli alunni residenti nel Comune di Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Comune di Cosenza - Palazzo dei bruzii

COSENZA – Il settore welfare del Comune di Cosenza ha pubblicato l’avviso per l’erogazione del servizio di trasporto scolastico degli studenti con disabilità che frequentano le scuole dell’infanzia e la primaria e secondaria di primo grado del territorio comunale. Possono manifestare interesse all’attivazione del servizio di trasporto scolastico, per l’anno scolastico in corso 2022/2023, a titolo gratuito, gli studenti non autosufficienti affetti da disabilità fisica, psichica e/o sensoriale, che presentino una significativa compromissione dell’autonomia e che siano in possesso di idonea documentazione sanitaria certificata da una struttura sanitaria pubblica competente, al fine di favorire il diritto allo studio facilitando gli spostamenti nel tragitto casa-scuola.

Il servizio, gestito attraverso l’affidamento a soggetti terzi, è riservato agli alunni residenti nel Comune di Cosenza, frequentanti le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado del territorio urbano e suburbano della città di Cosenza, che risultino in possesso del verbale di accertamento dell’handicap ex Legge n.104/1992 e che non fruiscano già del servizio di trasporto scolastico.

Le istanze devono essere trasmesse dal genitore dello studente (o da altro soggetto esercente la responsabilità genitoriale o tutore/amministratore di sostegno/curatore, affidatario), utilizzando il modello “A”, allegato all’avviso, entro e non oltre le ore 12 del prossimo 6 Febbraio.

L’istanza dovrà pervenire, tramite posta elettronica certificata, al seguente indirizzo: [email protected] , o, in alternativa, mediante consegna a mano presso gli Uffici del Protocollo generale del Comune di Cosenza, sito in Piazza Eugenio Cenisio (Palazzo Ferrari), in busta chiusa, riportante la seguente dicitura:“Richiesta di attivazione del servizio trasporto scolastico rivolto agli alunni disabili frequentanti la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado”.

Ogni altra informazione potrà essere desunta dalla consultazione dell’avviso sull’albo on line del Comune, o contattando l’Ufficio Disabili e Adulti in difficoltà – Settore Welfare del Comune di Cosenza, in orario di ufficio, dalle ore 9,00 alle 12,00, oppure telefonando ai numeri 0984813728 – 0984813733 – o inviando una mail all’indirizzo: [email protected] .

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza: il tour tra storia e monumenti, alla scoperta del quartiere ebraico

La passeggiata culturale, prevista per domani sabato 28 gennaio, per non dimenticare la Shoah. L’evento è organizzato dal Comune ed è gratuito

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “Cosenza, tra storia e monumenti, alla scoperta del quartiere ebraico…per non dimenticare”. E’ il titolo dell’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Franz Caruso in programma sabato 28 gennaio a partire dalle 15,30.Una passeggiata culturale organizzata, in occasione delle manifestazioni per il giorno della memoria, in collaborazione con l’Assessore all’Artigianato, Commercio e Attività Produttive, Massimiliano Battaglia e l’esperta d’arte e guida turistica Paola Morano. L’itinerario proposto condurrà alla scoperta delle non poche tracce, materiali e immateriali, della cultura ebraica presenti in città, anche se di difficile e controversa individuazione. Sarà l’occasione per non dimenticare le persecuzioni subite dai cittadini ebrei.

Come si articola l’itinerario

Il raduno è previsto alle 15.30 alla Confluenza dei fiumi, nei pressi della scultura “ Alarico sul Cavallo” di Paolo Grassino, dove la millenaria leggenda di Re Alarico sarà evocata attraverso la scoperta della storia della Menorah, il candelabro a sette braccia simbolo della religione ebraica.

L’itinerario si articolerà attraverso un percorso, totalmente pedonale, nel centro storico, percorrendo Via Lungo Crati Miceli e attraversando la “postierla”, antica porta secondaria delle mura cittadine, fino a raggiungere via Cafarone, il cui toponimo, secondo alcune tesi, riporterebbe alla memoria Cafarnao, antica città della Galilea, centro spirituale dell’evangelizzazione di Gesù.

Altra tappa sarà Palazzo Gervasi che potrebbe, secondo alcune recenti ipotesi, rivelare tracce relative alla localizzazione del quartiere ebraico e della Sinagoga. Percorrendo Salita Liceo si raggiungerà, quindi, Piazza dei Follari, luogo custode della straordinaria operosità della comunità ebraica che favorì la produzione e la diffusione della seta. Si proseguirà verso il Monastero delle Vergini realizzato, secondo le fonti, sul sito dell’antica Sinagoga. Dopo la visita alla Chiesa ed al chiostro, si scenderà verso il quartiere Massa per poi fare tappa al complesso monumentale di S. Agostino dove la passeggiata culturale sarà conclusa al Museo dei Brettii e degli Enotri per apprezzare la mostra “Gli artisti Calabresi per la Shoah” che fa parte dell’ampio programma del “Mese della memoria” promosso dall’Amministrazione comunale.

L’iniziativa è completamente gratuita. Per informazioni e per prenotarsi basta scrivere una mail al seguente indirizzo:[email protected] .

Continua a leggere

Area Urbana

Raccolta differenziata, a Mendicino si supera il 70%

In netto aumento rispetto al 66% circa con cui si era chiuso il 2021. «Un risultato più che positivo che vogliamo consolidare», ha detto il sindaco

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

MENDICINO (CS) – Superata la percentuale del 70% di raccolta differenziata sul territorio di Mendicino, dove l’annualità 2022 si chiude esattamente con il 70,10%, in netto aumento rispetto al 66% circa con cui si era chiuso il 2021. Un risultato positivo e più che soddisfacente a conclusione del primo anno di gestione, con il nuovo Servizio di Igiene Urbana, da parte dell’azienda Ecoross che, insediatasi nell’agosto 2021, ha messo in campo ingenti investimenti, anche in termini di personale, automezzi e attrezzature, e introdotto una serie di migliorie al servizio rivelatesi fruttuose grazie ad una solida organizzazione, al supporto degli Amministratori e degli Uffici comunali nonché all’ottima risposta da parte della popolazione.

Numerose le iniziative portate a termine, dando grande spazio alle attività di informazione e sensibilizzazione a cura degli informatori e delle informatrici ambientali, con cui si è riusciti a raggiungere in maniera capillare gli utenti facendo loro conoscere nel dettaglio tutte le caratteristiche del nuovo servizio messo a punto dall’Amministrazione Comunale e fornendo tutte le necessarie attrezzature.

Nell’ambito dell’allestimento del cantiere si è proceduto, tra l’altro, alla consegna degli ecobox agli uffici comunali, alla consegna dei kit alle utenze, alla installazione di attrezzature varie, per poi dare il via ad una serie di iniziative tra cui “Ecoross Educational” nella scuola primaria e “Ecoross Circus”, l’innovativo format promosso dall’azienda che ha accompagnato la stagione estiva 2022 per promuovere la sensibilizzazione ai temi ambientali anche attraverso la contagiosa allegria circense. Lo scorso mese di novembre, inoltre, sono stati inaugurati tre eco-compattatori sul territorio comunale, un ulteriore strumento a disposizione dei cittadini che possono conferire gli imballaggi in plastica e alluminio, ricevendo degli eco-punti per ottenere sconti negli esercizi commerciali convenzionati.

Ha poi preso il via il tracciamento dei conferimenti che, nell’ambito del progetto “Raccolta differenziata 2.0” fortemente voluto dall’Amministrazione comunale di Mendicino, ambisce a monitorare i comportamenti individuali dei cittadini anche nell’ottica di una eventuale tariffazione puntuale, basata proprio sul reale conferimento dei rifiuti. Il risultato raggiunto premia gli sforzi messi in campo e l’ottimo lavoro degli operatori, rivelandosi frutto della proficua sinergia tra Ecoross, Amministrazione Comunale, Uffici tecnici e cittadini. Proprio ai cittadini-utenti, che hanno dimostrato un alto senso di responsabilità e di sensibilità ambientale, va il maggiore plauso e ringraziamento, con l’invito a non abbassare mai la guardia al fine di consolidarsi quale comunità virtuosa e contribuire a garantire standard sempre più elevati di decoro urbano.

L’auspicio è quello di mantenere e consolidare il trend positivo, con l’obiettivo di incrementare ulteriormente le percentuali di raccolta differenziata, rispettare l’ambiente e ambire al titolo di “Comune riciclone”.

Continua a leggere

Di tendenza