Salvini a Cosenza "non voglio vincere, ma stravincere". E difende Mattia Lanzino - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social
Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Abbiamo già presentato ricorso, è assurdo che non una lista ma cinque vengano escluse perché l’ingresso è stato segnato alle 12:01“. Lo ha detto Matteo Salvini a margine di un incontro elettorale a Cosenza, sull’esclusione della Lega a Napoli. Ma il leader della Lega, arrivato nel tardo pomeriggio in città dopo aver fatto tappa a Catanzaro, sale sul parco del Rendano per presentare i candidati alle prossime amministrative, dove la Lega per la prima volta è presente con una lista “questa non è una terra che chiede aiutini ma che ha fame di lavoro. Cosenza è una città che ha fatto tanto ma che può continuare a fare altrettanto nel futuro. Alle Regionali e qui a Cosenza non voglio vincere ma stravincere“. Poi chiama vicino a se il giovane Mattia Lanzino, nipote di Ettore ristretto al 41 bis, e lo difende da quelli che reputa attacchi vergognosi della sinistra e di chi non ha argomentazioni “è davvero triste svegliarsi nella città dove sei nato e cresciuto con l’etichetta di essere il nipote del boss. Mattia non è il nipote del boss, per me è solo Mattia, un ragazzo che ha deciso di dire no alla ‘ndrangheta mettendoci la faccia. Il reato non può essere avere il consuocero o il parente ‘ndranghetista

Siamo a livelli di meschinità incredibile, e se a sinistra – ha poi aggiunto Salvini- hanno solo questi come argomenti, vuol dire che abbiamo già vinto a Cosenza al primo turno e in Regione con venti punti di distacco. Ho fatto il ministro dell’Interno e ho combattuto la mafia, quindi da me se arriva la ‘ndrangheta va via a calci. Io scelgo la Calabria pulita, onesta e fatta di ragazzi come Mattia”. Salvini ha poi annunciato una querela nei confronti di Carlo Tansi “si deve sciacquare la bocca. Uno che scrive che chi vota Lega vota la ‘ndrangheta  darà tanti soldi in beneficienza alle famiglie dei disabili calabresi. Prima di scrivere certe sciocchezze dovrebbe pensarci”.

“Noi siamo orgogliosamente dentro questo governo e non potremo mai lasciare l’Italia in mano a Pd e ai 5 Stelle, abbiamo visto cosa significa. Noi vogliamo tutelare la salute e il lavoro, abbiamo chiesto di estendere l’utilizzo dei tamponi salivari gratuiti per chi ne hanno bisogno è fondamentale. Ringraziamo i 40milioni italiani che hanno deciso liberamente di vaccinarsi e ora bisogna aiutare quelli che non hanno il green pass, e quindi se il governo ci ascolta prendendo un impegno estende l’utilizzo dei tamponi penso che siano tutti soddisfatti”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini al suo arrivo a Cosenza. Non commento più le polemiche di Letta, anche perché oggi in commissione Pd e Cinquestelle hanno approvato la coltivazione della cannabis a casa, per lasciarvi intendere le priorità. Quindi ignoro Letta”. Ha commentato ancora Matteo Salvini a margine dell’incontro elettorale a Cosenza annunciando anche che oggi ha ricevuto la seconda dose del vaccino. Vaccinarsi è importante, avere tamponi rapidi e gratuiti per milioni di famiglia – ha aggiunto – è buon senso. Ma l’obbligo vaccinale non esiste in nessun paese sviluppato. Io mi preoccupo – ha aggiunto Salvini – della salute dei nostri figli: quindi vaccinarsi sì e mettersi in sicurezza e aiutare chi non può farlo. Per fare un tampone si arriva a spendere fino a 40 euro in farmacia e se uno ha tre figli che vogliono andare a giocare a pallone, a fare volontariato o a fare i boy scout non si possono spendere 500 euro al mese perché la comunità scientifica di altri Paesi, penso a Gran Bretagna e Germania, sconsiglia il vaccino ai bimbi e ai ragazzini. Quando c’è di mezzo la salute bisogna andarci moto cauti”.

Area Urbana

Bambina caduta dal balcone a Lappano. Dichiarata la morte cerebrale

La bambina si trovava ricoverata all’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma dove è stata dichiarata la morte cerebrale

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

LAPPANO (CS) –  É stata dichiarata la “morte cerebrale” della bambina caduta del balcone la sera di venerdì scorso dal balcone della sua abitazione, al secondo piano di una villetta nella frazione “Santo Stefano” di Lappano, un centro a pochi chilometri da Cosenza. Una tragica notizia che non avremmo mai voluto ricevere, confermata purtroppo dai medici dell’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma dove la piccola si trovava ricoverata.

La bambina, dopo un primo ricovero nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Cosenza, era stata trasferita d’urgenza con un volo dell’Aeronautica militare al “Bambin Gesù” di Roma, dove oggi é stata sottoposta ad una Tac a conclusione della quale i sanitari del nosocomio pediatrico ne hanno dichiarato la morte cerebrale. La bambina, secondo quanto si é appreso, è tenuta in vita solo dalle apparecchiature cui é collegata. Sulla dinamica di quanto é accaduto venerdì scorso sono in corso le indagini dei carabinieri della Compagnia di Cosenza.

 

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, l’omicidio nel 1981 del commerciante Santo Nigro. Condannate 4 persone

Il commerciante cosentino venne ucciso a colpi di pistola a via Popilia perché si era rifiutato di pagare il “pizzo”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO –  Il Tribunale di Catanzaro, nel processo con rito abbreviato sull’omicidio del commerciante Santo Nigo, avvenuto a via Popilia nel 1981, ha condannato rispettivamente a 30 anni di reclusione a Francesco Cicero, a tre anni e quattro mesi a Mario Pranno e due anni ciascuno ai collaboratori di giustizia Aldo Acri e Francesco Saverio Vitelli. Per gli ultimi tre imputati è stato applicato il principio della “continuazione” con le precedenti condanne in via definitiva dei processi “Missing” e “Luce.

Quello di Nigro è un omicidio avvenuto 40 anni fa: il commerciante venne ucciso a colpi di pistola a via Popilia perché si era rifiutato di pagare il “pizzo”. Nell’agguato il figlio venne ferito ad una gamba. Le indagini e il lavoro certosino della DDA di Catanzaro del procuratore Nicola Gratteri, dell’aggiunto Vincenzo Capomolla e dai sostituti Corrado Cubellotti,  Camillo Falvo e Vito Valerio, hanno permesso di individuare gli autori dell’omicidio e accertare che Nigro fu ucciso dai vertici del clan Perna-Pranno proprio perché si sarebbe opposto alle continue richieste estorsive ” del gruppo alla continua ricerca di soldi. Santo Nigro venne prima aggredito e poi ferito mortalmente a colpi di pistola.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, elezioni 2021: l’ubicazione dei seggi elettorali con tutte le sezioni

La lista completa delle sezioni con il proprio seggio elettorale. Aperture straordinarie degli uffici per il ritiro delle tessere

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Tra poco meno di due settimane si torna al voto per il rinnovo dell’amministrazione Comunale di Cosenza e per eleggere il nuovo presidente della Regione. Si vota dalle ore 7.00 alle ore 23.00 domenica 3 ottobre e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì 4 ottobre. Al termine delle operazioni di voto si passerà subito allo scrutinio delle regionali mentre martedì mattina 5 ottobre (e comunque al termine dello spoglio completo delle regionali) si passerà allo scrutinio delle amministrative che riguardano la città di Cosenza.

Aperture straordinarie degli uffici per il ritiro delle tessere elettorali

Il Settore Affari Generali del Comune, attraverso il suo dirigente, Arch.Walter Bloise, in vista delle consultazioni elettorali Regionali e Comunali del 3 e 4 ottobre, anche al fine di evitare assembramenti, in considerazione del perdurare dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, invita gli elettori del Comune di Cosenza a voler verificare da subito il possesso della tessera elettorale e che la stessa tessera non abbia esaurito gli spazi per l’apposizione del timbro. In caso contrario, potranno rivolgersi, per il tempestivo rilascio della nuova tessera, all’Ufficio Elettorale – Settore 2, Affari Generali – presso il complesso commerciale “I Due Fiumi”. Gli uffici, eccezionalmente, restano attualmente aperti al pubblico, per il solo ritiro delle tessere elettorali, nelle seguenti giornate: dal lunedì al venerdì mattina, dalle ore 9,00 alle ore 12,30; dal lunedì al venerdì pomeriggio, dalle ore 15,30 alle ore 18,00. I recapiti telefonici sono i seguenti: 0984 813952, 0984 813961.

La lista completa delle sezioni per conoscere l’indirizzo del proprio seggio elettorale

Sezioni dalla numero 1 alla numero 40

Sezione n 1 – * Via Domenico Milelli – Scuola elementare di via Milelli
Sezione n 2 – * Via Domenico Milelli – Scuola elementare di via Milelli
Sezione n 3 – * Via Domenico Milelli – Scuola elementare di via Milelli
Sezione n 4 – * Piazza Spirito Santo – Scuola Elementare “C. Borelli”
Sezione n 5 – * Via Domenico Milelli – Scuola elementare di via Milelli
Sezione n 6  – * Via Domenico Milelli – Scuola elementare di via Milelli
Sezione n 7 – *  Via Ex Provinciale, 84 – D. I. Scuola Elementare
Sezione n 8 – *  Via Ex Provinciale, 84 – D. I. Scuola Elementare
Sezione n 9 –     Via Ex Provinciale, 84 – D. I. Scuola Elementare
Sezione n 10 – * Donnici Superiore Scuola Materna Statale
Sezione n 11 – * Borgo Partenope – Ex Scuola Elementare
Sezione n 12 – * Sant’Ippolito – Scuola Materna
Sezione n 13  – * Piazza Spirito Santo – Scuola Elementare “C. Borelli”
Sezione n 14 – * Piazza Spirito Santo – Scuola Elementare “C. Borelli”
Sezione n 15 – * Piazza Spirito Santo – Scuola Elementare “C. Borelli”
Sezione n 16 – * Piazza Spirito Santo – Scuola Elementare “C. Borelli”
Sezione n 17 – * Via S. Antonio Dell’Orto – Scuola Materna Statale
Sezione n 18 – * Via Popilia – Scuola Media “F. Gullo”
Sezione n 19 – * Via Popilia – Scuola Media “F. Gullo”
Sezione n 20 – * Via Giulia – Scuola Elementare “M. Dionesalvi”
Sezione n 21 –     Via Giulia – Scuola Elementare “M. Dionesalvi”
Sezione n 22 – * Via Giulia – Scuola Elementare “M. Dionesalvi”
Sezione n 23 – * Via Giulia – Scuola Elementare “M. Dionesalvi”
Sezione n 24 – * Via Popilia, 252 (Cuturella) – Scuola Elementare “C. D’Ambrosio”
Sezione n 25 – * Via Popilia, 252 (Cuturella) – Scuola Elementare “C. D’Ambrosio”
Sezione n 26 –    Via Popilia, 252 (Cuturella) – Scuola Elementare “C. D’Ambrosio”
Sezione n 27 –     Via Popilia, 252 (Cuturella) – Scuola Elementare “C. D’Ambrosio”
Sezione n 28 – *  Via Domenico Milelli – Scuola Elementare
Sezione n 29 – *  Via F.sco Principe Ex Via Asmara – Scuola Media “T. Campanella”
Sezione n 30 – *  Via F.sco Principe Ex Via Asmara – Scuola Media “T. Campanella”
Sezione n 31 – *  Via Domenico Milelli – Scuola Elementare
Sezione n 32 – *  Via Felice Migliori – Ospedale Civile dell’Annunziata
Sezione n 33 –     Via Domenico Milelli – Scuola Elementare
Sezione n 34 –     Via Domenico Milelli – Scuola Elementare
Sezione n 35 –  * Viale Giacomo Mancini – Scuola Primaria“G. Falconi”
Sezione n 36 –  * Viale Giacomo Mancini – Scuola Primaria“G. Falconi”
Sezione n 37 –  *  Viale Giacomo Mancini – Scuola Primaria“G. Falconi”
Sezione n 38 –     Viale Giacomo Mancini – Scuola Primaria“G. Falconi”
Sezione n 39 –     Via R. Misasi, 108 – Scuola Media “B. Zumbini”
Sezione n 40 –     Piazza Paolo Cappello – I.T.A.S. “A. Nitti”

Sezioni dalla numero 41 alla numero 60

Sezione n 41 –* Piazza Paolo Cappello – I.T.A.S. “A. Nitti”
Sezione n 42 –  Piazza Paolo Cappello – I.T.A.S. “A. Nitti”
Sezione n 43  * Piazza Paolo Cappello – I.T.A.S. “A. Nitti”
Sezione n 44 –* Piazza Paolo Cappello – I.T.A.S. “A. Nitti”
Sezione n 45 –* Via Via Francesco Principe Ex Via Asmara – Scuola Media “T. Campanella”
Sezione n 46 –  Via R. Misasi, 108 – Scuola Media “B. Zumbini”
Sezione n 47 –* Via R. Misasi, 108 – Scuola Media “B. Zumbini”
Sezione n 48 – * Via R. Misasi, 108 – Scuola Media “B. Zumbini”
Sezione n 49 –   Via R. Misasi, 108 – Scuola Media “B. Zumbini”
Sezione n 50 –   Via R. Misasi, 108 – Scuola Media “B. Zumbini”
Sezione n 51 – * Via R. Misasi, 108 – Scuola Media “B. Zumbini”
Sezione n 52 – * Via Gerolamo De Rada, 60/O – Scuola Media “M. De Marco Ciardullo”
Sezione n 53 – * Via Gerolamo De Rada, 60/O – Scuola Media “M. De Marco Ciardullo”
Sezione n 54 –    Via Gerolamo De Rada, 60/O – Scuola Media “M. De Marco Ciardullo”
Sezione n 55 –    Via Gerolamo De Rada, 60/O – Scuola Media “M. De Marco Ciardullo”
Sezione n 56 –    Viale Giacomo Mancini – Scuola Primaria “G. Falconi”
Sezione n 57 –    Via Giulia – Scuola Elementare “M. Dionesalvi”
Sezione n 58 – * Via Aldo Moro – Scuola Elementare “G. De Matera”
Sezione n 59 – * Via Aldo Moro – Scuola Elementare “G. De Matera”
Sezione n 60 –   Via Aldo Moro – Scuola Elementare “G. De Matera”

Sezioni dalla numero 61 alla numero 82

Sezione n 61 –    Via Aldo Moro – Scuola Elementare “G. De Matera”
Sezione n 62 – * Via degli Stadi – Ist. Prof. I.P.S.I.A. “G. Marconi”
Sezione n 63 – * Via degli Stadi – Ist. Prof. I.P.S.I.A. “G. Marconi”
Sezione n 64 –    Via degli Stadi – Ist. Prof. I.P.S.I.A. “G. Marconi”
Sezione n 65 –    Via degli Stadi – Ist. Prof. I.P.S.I.A. “G. Marconi”
Sezione n 66 – * Via Saverio Albo – Scuola Elementare “Scipione Valentini”
Sezione n 67 – * Via Saverio Albo – Scuola Elementare “Scipione Valentini”
Sezione n 68 – * Via Saverio Albo – Scuola Elementare “Scipione Valentini”
Sezione n 69 –    Via Saverio Albo – Scuola Elementare “Scipione Valentini”
Sezione n 70 –    Via Saverio Albo – Scuola Elementare “Scipione Valentini”
Sezione n 71 – *  Via E. Martorelli ( ExVia Lazio) – Scuola Elementare “C. Alvaro”
Sezione n 72 – *  Via E. Martorelli ( ExVia Lazio) – Scuola Elementare “C. Alvaro”
Sezione n 73 –     Via E. Martorelli ( ExVia Lazio) – Scuola Elementare “C. Alvaro”
Sezione n 74 – *  Via E. Martorelli ( ExVia Lazio) – Scuola Elementare “C. Alvaro”
Sezione n 75 –     Via E. Martorelli ( ExVia Lazio) – Scuola Elementare “C. Alvaro”
Sezione n 76 – *  Via Don Silvestro Marano – Scuola Materna “N. Ginzburg”
Sezione n 77 – *  Via Don Silvestro Marano – Scuola Materna “N. Ginzburg”
Sezione n 78 – * Via E. Martorelli ( ExVia Lazio) – Scuola Elementare “C. Alvaro”
Sezione n 79 –    Via Don Silvestro Marano – Scuola Materna “N. Ginzburg”
Sezione n 80 – * Via rosario Livatino – Scuola Elementare e Materna “M. Preti”
Sezione n 81 – * Via rosario Livatino – Scuola Elementare e Materna “M. Preti”
Sezione n 82 –   Via rosario Livatino – Scuola Elementare e Materna “M. Preti”

* Sezioni attrezzate per favorire la votazione degli elettori non deambulanti

Regole di sicurezza per accedere al seggio

Per accedere ai seggi è obbligatorio l’uso della mascherina da parte di tutti gli elettori e di ogni altro soggetto avente diritto all’accesso (scrutatori e rappresentanti di lista). Nei seggi che prevedono più sezioni elettorali, al fine di evitare la formazione di assembramenti, deve essere prevista aree di attesa all’esterno. Al momento dell’accesso nel seggio, l’elettore dovrà igienizzarsi le mani con il gel disinfettante. Quindi l’elettore, dopo essersi avvicinato ai componenti del seggio per l’identificazione e prima di ricevere la scheda e la matita, dovrà igienizzarsi nuovamente le mani. Completate le operazioni di voto, potrà essere fatta una ulteriore igienizzazione delle mani prima di lasciare il seggio. Nel corso delle operazioni di voto, saranno effettuate periodiche pulizie dei locali e disinfezione delle superfici di contatto, compresi tavoli, cabine elettorali e servizi igienici.

Votazioni in ospedale e delle persone in quarantena

Per garantire il diritto di voto di chi è in quarantena, in trattamento domiciliare o in isolamento fiduciario, i Comuni potranno istituire “seggi speciali per la raccolta del voto domiciliare“.  In caso di accertata impossibilità per il Comune di costituire tali seggi speciali, potrà essere istituito un solo seggio speciale per due o più enti locali. Per garantire adeguate condizioni di sicurezza, infine, è stato disposto che i componenti delle sezioni ospedaliere e dei seggi speciali dovranno essere in possesso del ‘Green pass’. Inoltre, in continuità con quanto già disposto per le consultazioni del 2020, è stata prevista l’istituzione di sezioni ospedaliere nelle strutture sanitarie con almeno 100 posti-letto che ospitano reparti Covid-19, le quali, attraverso i relativi seggi speciali, saranno chiamate, anche a provvedere alla raccolta del voto domiciliare e del voto dei ricoverati nei reparti Covid-19 di strutture sanitarie con meno di 100 posti-letto.

Continua a leggere

Di tendenza