Cosenza, Morcavallo: "consiglio comunale solo per votare sfilza di riconoscimenti" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Cosenza, Morcavallo: “consiglio comunale solo per votare sfilza di riconoscimenti”

Il consigliere Morcavallo sottolinea “l’imperdonabile assenza nell’elenco delle onorificenze del colonnello Medico Michele Tirico. Inoltre “sarebbe stato opportuno discutere di temi di stretta attualità come l’emergenza rifiuti”

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Il consigliere comunale Enrico Morcavallo interviene sulla prossima convocazione del Consiglio, mercoledì 21 luglio, che “avrà due ordini del giorno; il secondo prevede il conferimento della cittadinanza onoraria – tra gli altri – al commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo. Nel primo, invece, l’approvazione del verbale della precedente seduta del 28 giugno 2021″.

“Mi chiedo – scrive Morcavallo – quanto fosse necessario riunire il civico consesso per votare solo una sfilza di riconoscimenti. Si parla di illustri personalità in prima linea in questi lunghi e difficili mesi di lotta al Covid, ma il loro impegno e il conseguente riconoscimento non impongono interventi di somma urgenza. Insomma, nulla di improrogabile. A questo mi preme sottolineare l’imperdonabile assenza nell’elenco delle onorificenze del colonnello medico Michele Tirico, primo direttore sanitario presso il Complesso Ospedaliero Campale allestito dall’Esercito Italiano nella città di Cosenza, rimasto in carica fino a gennaio del 2020, nel periodo più duro della lotta al virus. Il suo impegno e quello dei suoi colleghi avrebbero meritato maggiore attenzione”.

“Così come, sarebbe stato opportuno prosegue il consigliere di Cosenza – discutere nella prossima riunione dei temi di stretta attualità: l’emergenza rifiuti, ad esempio, ancora oggi senza un’apparente soluzione definitiva. Il blocco della raccolta, le immagini del centro storico invaso dalla spazzatura, le novità emerse dalla riunione dell’Ato e le iniziative intraprese dalla Regione e subito finite al centro di roventi polemiche evidentemente non meritano l’attenzione del Consiglio. Il cattivo odore proveniente dai sacchi di immondizia sparsi per la città costringono i cittadini ad opporre una strenua resistenza mentre i pochi turisti presenti e in arrivo cercano di scansare i bustoni e trattengono il fiato indossando la mascherina. Uno spettacolo raccapricciante e di cui non andare fieri. E poi c’è il solito problema della distribuzione della risorsa idrica: rubinetti a secco, costanti rotture e riduzione della portata non consentono ai cittadini cosentini di godere di un sacrosanto e “costoso” diritto”.

Area Urbana

Fibra ottica a Cosenza, modifiche al traffico da lunedì per i lavori in città

A partire da lunedì saranno avviati i lavori per il ripristino della pavimentazione stradale dopo la posa della fibra ottica e per nuovi scavi

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Per consentire alla società “Open Fiber” di eseguire i lavori finalizzati al ripristino della pavimentazione stradale e della segnaletica orizzontale, a seguito della posa della fibra ottica, la Polizia Municipale ha emanato un’ordinanza che modifica la circolazione e la sosta, a partire da lunedì 20 settembre, in alcune strade della città. Lavori che riguarderanno il ripristino della pavimentazione stradale, le operazioni di scarifica e bitumazione e il ripristino della segnaletica orizzontale. Per questi motivi sarà istituito il restringimento della carreggiata e il divieto di sosta con rimozione, limitatamente ai tratti interessati dalle attività lavorative, nei seguenti giorni e nelle seguenti strade:

Il 20 e il 21 settembre, dalle ore 6,30 alle ore 17,30, su:

VIALE SERGIO COSMAI;
LARGO A.GUALTIERI;
VIA T.BARTOLOMEO;
VIA V.MOLICELLA;
VIA PANEBIANCO;
VIA A.LANZA;
VIA DON S.MARANO;
CORSO UMBERTO;
VIA MONTE BALDO;
VIA TRENTO;
VIA D.ANDREOTTI;
VICO SAN NICOLA.

Nei giorni 22 e 23 settembre il restringimento della carreggiata e il divieto di sosta con rimozione, sono disposti, dalle ore 6,30 alle 17,30, su:

CORSO UMBERTO;
VIA MONTE BALDO;
VIA D.ANREOTTI;
VIA TRENTO;
VICO SAN NICOLA.

Giorno 24 settembre, i provvedimenti di restringimento della carreggiata e di divieto di sosta riguarderanno le seguenti strade, sempre dalle ore 6,30 alle 17,30:

VIA POPILIA;
VIA F.PALERMO;
VIA REGGIO CALABRIA

Dal 20 al 25 settembre, il restringimento di carreggiata e il divieto di sosta con rimozione, sempre dalle 6,30 alle 17,30, riguarderanno:

VIA D.MILELLI;
PIAZZA F.CRISPI;
VIA S.QUATTROMANI;
VIA MONTE GRAPPA;
VIA F.CARUSO;
VIA RIVOCATI;
VIA G.PICCIOTTO;
VIA POPILIA;
VIA ALARICO;
VIA LUNGO CRATI PALERMO;
VIA REGGIO CALABRIA;

Nei giorni dal 27 settembre al 2 ottobre, sempre dalle 6,30 alle 17,30, i provvedimenti della Polizia Municipale, di restringimento della carreggiata e divieto di sosta, adottati con altra ordinanza, si applicheranno nelle seguenti strade:

VIA D.MILELLI;
PIAZZA F.CRISPI;
VIA S.QUATTROMANI;
VIA MONTEGRAPPA;
VIA F.CARUSO;
VIA RIVOCATI;
VIA G.PICCIOTTO;
VIA TRIESTE;
VIA MONTE GRAPPA;
CORSO UMBERTO;
VIA SABOTINO;
PIAZZA N.MISASI;
VIA POPILIA;
VIA ALARICO;
VIA LUNGO CRATI PALERMO;
VIA REGGIO CALABRIA.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, oggi l’intitolazione di Piazza Giuseppe Carratelli

Il sindaco Occhiuto: “ricorderemo per sempre una grande figura professionale e politica e dalle indiscutibili qualità umane”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Lo spazio adiacente a Corso Mazzini, nei pressi della fontana di Giugno, diventerà da oggi “Piazza Giuseppe Carratelli”. La cerimonia di intitolazione è prevista per le 18, alla presenza del sindaco Mario Occhiuto e della famiglia dell’avvocato Carratelli, scomparso l’11 aprile di quest’anno, per due volte Sindaco della città di Cosenza e Presidente dell’Ordine degli avvocati, dal 1983 al 1990. La decisione di intitolare la nuova piazza all’avv. Giuseppe Carratelli era stata assunta dalla Giunta comunale, presieduta dal sindaco Mario Occhiuto, ai primi di agosto, nell’ambito di un intervento sistematico di riordino della toponomastica cittadina e delle frazioni.

“La decisione di dedicare una piazza alla memoria dell’avvocato Giuseppe Carratelli – ha detto Occhiuto – è mossa dall’intento di ricordare per sempre e in modo appropriato una grande figura professionale e politica. Non solo il principe del foro che abbiamo tutti sempre apprezzato e la figura di primissimo piano che per competenze e statura, universalmente riconosciute, ne hanno nel tempo scandito l’attività professionale, ma anche e soprattutto un grande uomo della Calabria e della città di Cosenza. Indiscutibili, infatti, sono state le sue qualità umane, a cominciare dall’infinita bontà”.

“La scelta dell’ultimo tratto di Corso Mazzini che abbiamo completamente rinnovato, proseguendo l’opera di rigenerazione urbana da tempo intrapresa nell’interesse dei cosentini, direttamente connessa al percorso di valorizzazione della città e del Museo all’aperto Bilotti (MAB), non è stata casuale, sia perché l’Avvocato Carratelli è stato un grande uomo di cultura (e la nuova piazza diventerà luogo di cultura e di socialità), sia per la vicinanza con Piazza dei Bruzi, sede del Municipio, dal quale Giuseppe Carratelli ha guidato la città di Cosenza da Sindaco per due volte: dal 20 maggio 1989 al 10 agosto del 1990 e dal 14 dicembre del 1991 al 16 giugno del 1992. La nuova piazza – ha concluso Occhiuto – perpetuerà il suo ricordo, quello di una persona retta e onesta che metteva sempre la coscienza prima di ogni cosa e mai il vantaggio personale o la carriera o l’interesse politico”.

Continua a leggere

Area Urbana

Bianca Rende replica a Boccia: “respingo le sue polemiche con un sorriso”

La candidata a sindaca di Cosenza attacca l’onorevole in seguito alle dichiarazioni espresse sul suo conto “quello che andava fatto, andava fatto”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “Quello che andava fatto andava fatto” è la ormai celeberrima frase di Andreatta che riesce a rispondere ancora oggi a quel piccolo mondo antico come quello di quel che resta del maggior partito di sinistra d’un tempo”. Lo dichiara Bianca Rende candidata a sindaca di Cosenza. Quel piccolo mondo che un vetero comunista come l’on. Boccia, –continua Bianca Rende – nella triste veste di commissario, sollecitato dai soliti perdenti e dal bisogno di precostituirsi un alibi, è indotto a seguire.

L’attenzione polemica che mi rivolge e che respingo con un sorriso mi fa riflettere su quanto poco sia cambiata questa compagine. Ho da giorni la sensazione che la campagna stia andando meglio rispetto ad ogni più rosea aspettativa. Il nostro progetto piace e convince, venendo riconosciuto come l’unico davvero discontinuo e credibile, lontano dalle logiche che hanno caratterizzato le gestioni amministrative degli ultimi anni e quelle meno recenti- continua.

Dichiarazioni come queste, piene di rimpianto per averle sbagliate tutte e di invettive personali, mi confermano che la percezione è corretta e che la città si sta affrancando definitivamente da chi ha sempre alimentato o tollerato una politica fatta di trasversalismi e giochi di potere, senza reale interesse e attenzione ai bisogni della comunità. E che secondo questi criteri e non altri, ha sempre scelto i suoi rappresentanti.

Noi andiamo avanti con la gente, per come stiamo facendo. La mia candidatura, caro commissario, nasce nella città, nelle questioni che da consigliera e da attivista nel sociale, ho imparato a individuare, riconoscere, comprendere insieme ai cittadini, alle rappresentanze sindacali, del lavoro e del sociale, con le quali il mio confronto è continuo e non da oggi.

Il nostro – conclude Bianca Rende – è un progetto civico che si rivolge a tutti gli elettori di Cosenza, che, da residenti, chiedono solo attenzione, impegno, determinazione e credibilità. L’on. Boccia se ne faccia una ragione: Cosenza non si piega e, conoscendo direttamente fatti e persone, a differenza di chi utilizza informazioni di seconda mano, saprà scegliere bene e per il meglio”.

Continua a leggere

Di tendenza