Il centro storico di Cosenza continua a sbriciolarsi. Crollano due solai di un edificio - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Il centro storico di Cosenza continua a sbriciolarsi. Crollano due solai di un edificio

Un nuovo crollo ha interessato il centro strico di Cosenza. L’edificio abitato nei pian bassi ha visto il crollo dei solai dei piani superiori

Marco Garofalo

Pubblicato

il

COSENZA – Ancora un crollo nel centro storico di Cosenza. Questa volta la zona interessata dalla caduta di due solai è in via Agostino Casini nei pressi di San Francesco D’Assisi. Si tratta di un edificio abitato regolarmente da alcune famiglie nei piani bassi mentre i piani superiori, che risultato disabitati da anni (segnalati e cartografati dall’associazione Lupiambiente), come molti altri edifici della città vecchia si sono ammalorati nel corso del tempo visto che non hanno alcuna manutenzione.

Oggi, nel pomeriggio è avvenuto il crollo dei solai con un due forti boati che ha fatto sobbalzare le famiglie che abitano come detto ai piani inferiori, che per la paura si sono riversati in strada. Sul posto sono portamenti intervenuti i i vigili del fuoco di Cosenza, che stanno effettuando tutte le verifiche all’interno dello stabile. Presenta anche la polizia municipale e la dirigente della protezione civile Antonella Rino.

Transennata la stanza da letto di una famiglia

Adesso occorrerà capire e, soprattutto, accertare la staticità dell’edificio e se le persone che abitano una parte dell’immobile potranno fare rientro nelle proprie abitazioni. Per sicurezza alcune stanze dei piani inferiori sono state transennate per evitare qualsiasi pericolo o rischio in attesa di ulteriori accertamenti. L’Assessore De Rosa ha provveduto ad informare dell’evolversi della situazione il Sindaco Mario Occhiuto, dando la disponibilità dell’Amministrazione comunale a reperire un’altra sistemazione per i nuclei familiari che occupano l’appartamento. La dirigente Rino ha preannunciato che il Comune di determinerà non appena sarà consegnata la relazione tecnica dei vigili del fuoco. Dal sopralluogo effettuato, qualora dai rilievi dei vigili del fuoco dovesse emergere una situazione di inagibilità per l’intero stabile, sarà presumibilmente adottata, da parte del Comune, un’ordinanza di sgombero per l’appartamento abitato, posto al primo piano dello stabile di via Casini. Nello stesso provvedimento sarà disposta, altresì, la messa in sicurezza, a carico dei proprietari, dell’appartamento al piano superiore che, come detto, è disabitato.

Avevamo segnalato questo edificio da tempo

“Avevamo preannunciato questo crollo e la situazione di pericolo già due anni fa, ma tutto è rimasto in silenzio – racconta una residente – e ora la realtà che una signora che abita ai piani bassi si trova transennata in casa e rischia che il piano di sopra gli crolla sulla sua di casa. Una persona che ha fatto sacrifici e speso soldi si trova in questa situazione. Non è tollerabile, basta”.

FOTO Marco Belmonte

Area Urbana

Rende, vasto incendio nell’area del centro storico. Soccorse persone intossicate

Un incendio di vaste proporzioni sta interessando una vasta area nei pressi del convento, al centro storico di Rende

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE – Vigili del fuoco sono al lavoro per domare un vasto incendio divampato ancora una volta sulla collina a ridosso del centro storico di Rende, nei pressi della zona del Convento, in via San Francesco di Paola. L’incendio è alimentato dal forte vento ed ha lambito anche diverse abitazioni. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118 per soccorrere alcune persone intossicate dal fumo.

Due le squadre dei vigili del fuoco al lavoro per spegnere le fiamme ed è presente anche un’autobotte del Comune insieme ai vigili urbani e ai carabinieri di Rende, che hanno delimitato la zona e bloccato le vie d’accesso al centro storico.

Continua a leggere

Area Urbana

“Sotto il cielo d’estate”. Da un’inedita prospettiva, vi sveliamo il borgo di Lattarico.

In questa puntata speciale de “Il Diario, Luoghi” vi sveliamo tutto l’incanto della nostra terra, tra scorci di un tempo sospeso, tra silenzio e infinito.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Lattarico – Un eccezionale colpo d’occhio su Lattarico, Comune della Valle del Crati, posto ai piedi del versante interno della catena costiera calabra, a 32 km da Cosenza. Con una veduta d’ampiezza mai realizzata prima e fuori dalla visione convenzionale, è la realtà di un intero borgo che si distende sotto i vostri occhi. E la sua grazia discreta e un po’ appartata, ha bisogno di essere scoperta così, quasi rubandola. Sotto il cielo d’estate, ci sono luoghi, che diventano anima.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, aveva in casa mezzo chilo di cocaina. Arrestato 27enne

La droga, se immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare guadagni superiori ai 100 mila euro

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Questa mattina, una pattuglia della Squadra Mobile ha notato uno strano movimento tra i conducenti di uno scooter di grossa cilindrata e un’autovettura che, dopo essersi dato un cenno d’intesa, si sono fermati all’altezza della sede dell’Ufficio postale centrale. Il conducente del ciclomotore è salito a bordo dell’utilitaria per poi uscirne pochi istanti dopo.

I due immediatamente sono stati bloccati dai poliziotti per un controllo e hanno rinvenuto una dose di cocaina. Sul 27enne, giunto a bordo del “due ruote”, sono stati poi trovate altre tre dosi identiche di cocaina dal peso di oltre 5 grammi e danaro in contante.

Le operazioni, pertanto, sono state estese alle abitazioni del pusher identificato per il cosentino R.M. In casa è stato rinvenuto e sequestrato oltre mezzo chilo di cocaina pura, materiale di confezionamento e la somma in contanti di oltre 7 mila euro.

L’uomo è stato arrestato nella flagranza di reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di cocaina e, dopo le formalità di rito, associato alla Casa circondariale a disposizione della competente Autorità giudiziaria. La droga, se immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare guadagni superiori ai 100 mila euro.

Continua a leggere

Di tendenza