Salvini "sbloccati i 90 milioni per il centro storico di Cosenza. Lunedì sono in Calabria" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Salvini “sbloccati i 90 milioni per il centro storico di Cosenza. Lunedì sono in Calabria”

Salvini “obiettivo mettere in sicurezza il centro storico e trasformarlo in un polo culturale, anche per incentivare il turismo”

Marco Garofalo

Pubblicato

il

COSENZA – Con l’invio delle ultime schede progettuali da parte del comune di Cosenza (unico ente a mancare all’appello), le firme in calce del Ministero dello Sviluppo Economico e quello dell’Economia e Finanza, la neo sottosegretaria ai beni culturali, la leghista Lucia Borgonzoni, ha praticamente dato il via libera definitivo allo stanziamento dei 90 milioni di euro inseriti nel contratto istituzionale di sviluppo dall’allora sottosegretario M5S Anna Laura Orrico, che aveva ricevuto la delega ai quattro Contratti Istituzionali di Sviluppo di competenza del Mibact, inserendo 40 proposte progettuali (20 per Cosenza) spendibili secondo le linee guida dell’Autorità di gestione per un valore complessivo vicino ai 100 milioni di euro. Soldi destinati al restauro e al recupero degli immobili pubblici e finalizzati a trasformare il centro storico in un “hub” culturale, mentre continua a restare irrisolto il nodo crollo dovuto invece agli edifici privati con i cittadini che continuano a chiedere sicurezza e interventi mirati.

Sabato l’ultimo cedimento

Sabato pomeriggio l‘ultimo crollo che ha interessato i solai di un edificio nel quartiere San Lucia dove questa mattina sono iniziati i lavori di demolizione del rudere privo di copertura e di solai, che ostruiva anche una via di fuga. Demolizione possibile solo dopo l’ok della Soprintendenza che ha concordato sull’urgenza e la necessità di demolire il palazzo. Tutto questo mentre il comitato Piazza piccola si è rivolta al prefetto di Cosenza “per richiamare tutti gli enti, le cariche istituzionali e la politica locale, provinciale , regionale e nazionale alle proprie responsabilità governative” e chiesto inoltre di obbligare i privati che lasciano i propri beni in stato di incuria e abbandono ad interventi immediati di messa in sicurezza o di esproprio in caso di mancato intervento.

Salvini “sbloccati fondi fermi dal 2018”

A dar notizia dello sblocco dei fondi è stato il leader della Lega Matteo Salvini che ha anche annunciato la sua visita in Calabria “oltre 90 milioni per Cosenza e provincia. Obiettivo: mettere in sicurezza il centro storico e trasformarlo in un polo culturale, anche per incentivare il turismo – ha dichiarato. Un ottimo lavoro del sottosegretario Borgonzoni, che ha sbloccato fondi fermi dal 2018. Lunedì e martedì sarò felice di tornare in Calabria. La Lega non molla e passa dalle parole ai fatti”

I prossimi step

Le gare d’appalto dovranno essere avviate entro la fine di quest’anno mentre il via è previsto per il novo anno con (presumibile) conclusione dei lavori entro il 2025. Tutto per non perdere i soldi stanziati. Il surplus di tempo speso dalla firma, è stato dovuto alla verifica sulle schede progettuali presentate dal Mibact, dalla Provincia di Cosenza, dall’Unical e, appunto, dal Comune di Cosenza. Sono 2o in totale i progetti da portare a conclusione. Undici saranno gestiti dal Comune per 41 milioni di euro, quattro della Provincia che avrà a disposizione risorse per 31 milioni di euro. Al Segretariato regionale del Mibact andranno 17 milioni di euro per 4 interventi e infine 1,3 milioni all’Unical per ‘Open Incubator’, cioè la realizzazione di una serie di imprese culturali e creative nella sede del Convitto nazionale Bernardino Telesio.

“QUI L’ELENCO DEGLI INTERVENTI”

Area Urbana

Rende, vasto incendio nell’area del centro storico. Soccorse persone intossicate

Un incendio di vaste proporzioni sta interessando una vasta area nei pressi del convento, al centro storico di Rende

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE – Vigili del fuoco sono al lavoro per domare un vasto incendio divampato ancora una volta sulla collina a ridosso del centro storico di Rende, nei pressi della zona del Convento, in via San Francesco di Paola. L’incendio è alimentato dal forte vento ed ha lambito anche diverse abitazioni. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118 per soccorrere alcune persone intossicate dal fumo.

Due le squadre dei vigili del fuoco al lavoro per spegnere le fiamme ed è presente anche un’autobotte del Comune insieme ai vigili urbani e ai carabinieri di Rende, che hanno delimitato la zona e bloccato le vie d’accesso al centro storico.

Continua a leggere

Area Urbana

“Sotto il cielo d’estate”. Da un’inedita prospettiva, vi sveliamo il borgo di Lattarico.

In questa puntata speciale de “Il Diario, Luoghi” vi sveliamo tutto l’incanto della nostra terra, tra scorci di un tempo sospeso, tra silenzio e infinito.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Lattarico – Un eccezionale colpo d’occhio su Lattarico, Comune della Valle del Crati, posto ai piedi del versante interno della catena costiera calabra, a 32 km da Cosenza. Con una veduta d’ampiezza mai realizzata prima e fuori dalla visione convenzionale, è la realtà di un intero borgo che si distende sotto i vostri occhi. E la sua grazia discreta e un po’ appartata, ha bisogno di essere scoperta così, quasi rubandola. Sotto il cielo d’estate, ci sono luoghi, che diventano anima.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, aveva in casa mezzo chilo di cocaina. Arrestato 27enne

La droga, se immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare guadagni superiori ai 100 mila euro

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Questa mattina, una pattuglia della Squadra Mobile ha notato uno strano movimento tra i conducenti di uno scooter di grossa cilindrata e un’autovettura che, dopo essersi dato un cenno d’intesa, si sono fermati all’altezza della sede dell’Ufficio postale centrale. Il conducente del ciclomotore è salito a bordo dell’utilitaria per poi uscirne pochi istanti dopo.

I due immediatamente sono stati bloccati dai poliziotti per un controllo e hanno rinvenuto una dose di cocaina. Sul 27enne, giunto a bordo del “due ruote”, sono stati poi trovate altre tre dosi identiche di cocaina dal peso di oltre 5 grammi e danaro in contante.

Le operazioni, pertanto, sono state estese alle abitazioni del pusher identificato per il cosentino R.M. In casa è stato rinvenuto e sequestrato oltre mezzo chilo di cocaina pura, materiale di confezionamento e la somma in contanti di oltre 7 mila euro.

L’uomo è stato arrestato nella flagranza di reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di cocaina e, dopo le formalità di rito, associato alla Casa circondariale a disposizione della competente Autorità giudiziaria. La droga, se immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare guadagni superiori ai 100 mila euro.

Continua a leggere

Di tendenza