"Corti Cosenza": stasera al Rendano, Nicola Savino e la Terra di Piero - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

“Corti Cosenza”: stasera al Rendano, Nicola Savino e la Terra di Piero

Dopo lo stop forzato a causa dell’emergenza Covid ritorna Corti Cosenza, il festival di cortometraggi e scrittura creativa voluto da Teatro in note

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Gli appuntamenti della 7^ edizione 2019/2020 si terranno al Teatro A. Rendano e al chiostro di San Domenico. Si parte stasera, 19 giugno, alle 20 al teatro Rendano, quando Nicola Savino e La Terra di Piero apriranno ufficialmente la seconda parte della settima edizione. Nell’occasione si terrà la premiazione dei ragazzi delle scuole che hanno partecipato al concorso di cortometraggi e scrittura creativa e il Premio Hidalgo. Il tema resta quello fissato per l’edizione 2019/2020 ed è “L’ascolto” che, alla luce della pandemia, assume un valore ancora più importante.

Corti Cosenza, da sette anni, permette ai ragazzi delle scuole superiori della provincia di Cosenza di tirare fuori la propria vena creativa guardando a temi sociali. Una connessione che la cooperativa sociale Teatro in note e il direttore artistico Vera Segreti ritengono fondamentali per formare gli adulti di domani.

Corti Cosenza continua, ripensato per le disposizioni per contenere il Covid, ma si farà per permettere, ancora una volta, a quegli adulti di domani di far uscire la propria voce e farsi ascoltare dagli adulti di oggi che parteciperanno agli incontri con i grandi personaggi della cultura e dello spettacolo che Teatro in note porterà anche quest’anno al Teatro Alfonso Rendano e al Chiostro di San Domenico.

«Finalmente possiamo ripartire con Corti Cosenza – ha dichiarato il direttore artistico di Teatro in note, Vera Segreti – Abbiamo dovuto slittare i nostri appuntamenti a causa della pandemia, come tutti del resto, ma finalmente possiamo incontrare i ragazzi e la città con i nostri ospiti. Questa edizione di Corti Cosenza è per noi molto importante perché ideata nel ventennale della nostra cooperativa. Non potevamo e non volevamo mancare anche quest’anno, nonostante tutto, l’appuntamento che abbiamo con un pubblico sempre più numeroso che ci segue da sette anni».

Martedì 22 giugno ci si sposta al Chiostro di San Domenico dove, alle 18, verrà presentato il libro “Lantivirus. Racconti brevi” con Pino Sassano che dialogherà con gli autori. Alle 19.30 si terrà una visita guidata e sarà offerto un percorso enogastronomico. Giovedì 24 giugno, sempre al Chiostro di San Domenico alle 18, si terrà l’incontro con l’attrice e scrittrice Camilla Filippi che presenterà il suo libro “La sorella sbagliata” dialogando con Vera Segreti. Sabato 26 giugno ci sarà “Storie”, l’incontro con l’attore Francesco Maccarinelli, alle 20 al Chiostro di San Domenico. Si conclude con lo psicologo e psicoterapeuta Pier Pietro Brunelli mercoledì 30 giugno, sempre al Chiostro di San Domenico, a partire dalle 18 che relazionerà sul tema “Relazioni distruttive e mondo giovanile in tempo di Covid”. Riflessioni sul libro “L’alba che cura. Per una psicoterapia della sofferenza amorosa”. Dialogherà con l’autore Gaetano Marchese.

Il progetto, finanziato dalla Regione Calabria, si tiene con la collaborazione del Comune di Cosenza, Biblioteca nazionale di Cosenza, Hidalgo, Libreria Mondadori Cosenza e associazione Gli altri siamo noi, presieduta da Adriana De Luca, che esporrà i suoi prodotti enogastronomici “Buoni buoni” in tutti gli appuntamenti.

Date le disposizioni in materia di contenimento dell’emergenza Covid 19, per partecipare agli eventi (che sono ad ingresso gratuito), c’è bisogno di prenotarsi tramite la pagina Facebook @teatroinnote.

Area Urbana

Stewardship ed Antibiotico-Resistenza, primo posto per l’azienda ospedaliera di Cosenza

Tra i 19 lavori presentati ha vinto il progetto del dr. Filippo Urso, Dirigente Farmacista dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – L’Azienda ospedaliera conquista il primo posto nella prima edizione di STAR (Stewardship ed Antibiotico-Resistenza). Si tratta di un programma di formazione manageriale promosso dalla Scuola di Management della Bocconi e dalla Società Italiana di Terapia Antinfettiva (SITA) presieduta dall’Infettivologo Matteo Bassetti. Il programma, che si è sviluppato nell’arco di sei mesi, ha visto la partecipazione di 30 Farmacisti ospedalieri, provenienti da tutte le Regioni,impegnati in tre giornate di formazione e tre seminarifrontali e successivamente nella realizzazione di progetti sul campo. Obiettivo: rafforzare le competenze della figura del farmacista ospedaliero, così che possa dare un contributo sempre più attivo nella gestione delle infezioni, contrastando il rischio di resistenze dei superbatteri alle molecole attualmente in uso e utilizzando al meglio le nuove terapie antibiotiche.

Tra i 19 lavori presentati ha vinto il progetto del dr. Filippo Urso, Dirigente Farmacista dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza. Il progetto calabrese dal titolo “Valutazione e analisi percettiva dell’attività del Farmacista Ospedaliero nell’Antimicrobial Stewardship (AS)”, ha analizzato la percezione che hanno dell’attività del farmacista ospedaliero,nella gestione delle infezioni, varie figure professionali in prima linea in questo settore, e ha individuato azioni di miglioramento, nell’interazione con i reparti.

“L’indagine – ha spiegato il dr Urso – ha coinvolto i team in prima linea nella gestione delle infezioni (UOC Malattie Infettive, Medicina Interna, Microbiologia e Virologia, Geriatria e Rianimazione) – e 57 clinici. E’ emerso che il 90% dei clinici è disposto a effettuare le scelte terapeutiche con il supporto di un Farmacista Ospedaliero con background adeguato. Inoltre i clinici hanno evidenziato come un farmacista potrebbe supportare il clinico nella valutazione dell’utilizzo di terapie innovative, come ad esempio gli antibiotici long-acting integrando i dati di costo con i risultati clinici, in un’ottica di valutazione dell’intero percorso del paziente”.

L’antibiotico-resistenza è una delle minacce più gravi e insidiose: la Review on Antimicrobial Resistance ha stimato che, nel 2050, nel mondo le infezioni batteriche causeranno circa 10 milioni di morti all’anno, superando ampiamente quelli per tumore (8,2 milioni), diabete (1,5 milioni) o incidenti stradali (1,2 milioni) con una previsione di costi che supera i 100 trilioni di dollari. Da qui l’esigenza di un approccio integrato alla problematica e la necessità di rafforzareil sistema di gestione, controllo e monitoraggio all’interno delle strutture ospedaliere, anche attraverso i team di stewardship ospedaliera nei quali il farmacista dia il suo contributosvolgendo così un ruolo attivo nel miglioramento della rete di monitoraggio, interconnessa con gli attuali sistemi di sorveglianza microbiologica.

 

Continua a leggere

Area Urbana

Fibra ottica a Cosenza, modifiche al traffico da lunedì per i lavori in città

A partire da lunedì saranno avviati i lavori per il ripristino della pavimentazione stradale dopo la posa della fibra ottica e per nuovi scavi

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Per consentire alla società “Open Fiber” di eseguire i lavori finalizzati al ripristino della pavimentazione stradale e della segnaletica orizzontale, a seguito della posa della fibra ottica, la Polizia Municipale ha emanato un’ordinanza che modifica la circolazione e la sosta, a partire da lunedì 20 settembre, in alcune strade della città. Lavori che riguarderanno il ripristino della pavimentazione stradale, le operazioni di scarifica e bitumazione e il ripristino della segnaletica orizzontale. Per questi motivi sarà istituito il restringimento della carreggiata e il divieto di sosta con rimozione, limitatamente ai tratti interessati dalle attività lavorative, nei seguenti giorni e nelle seguenti strade:

Il 20 e il 21 settembre, dalle ore 6,30 alle ore 17,30, su:

VIALE SERGIO COSMAI;
LARGO A.GUALTIERI;
VIA T.BARTOLOMEO;
VIA V.MOLICELLA;
VIA PANEBIANCO;
VIA A.LANZA;
VIA DON S.MARANO;
CORSO UMBERTO;
VIA MONTE BALDO;
VIA TRENTO;
VIA D.ANDREOTTI;
VICO SAN NICOLA.

Nei giorni 22 e 23 settembre il restringimento della carreggiata e il divieto di sosta con rimozione, sono disposti, dalle ore 6,30 alle 17,30, su:

CORSO UMBERTO;
VIA MONTE BALDO;
VIA D.ANREOTTI;
VIA TRENTO;
VICO SAN NICOLA.

Giorno 24 settembre, i provvedimenti di restringimento della carreggiata e di divieto di sosta riguarderanno le seguenti strade, sempre dalle ore 6,30 alle 17,30:

VIA POPILIA;
VIA F.PALERMO;
VIA REGGIO CALABRIA

Dal 20 al 25 settembre, il restringimento di carreggiata e il divieto di sosta con rimozione, sempre dalle 6,30 alle 17,30, riguarderanno:

VIA D.MILELLI;
PIAZZA F.CRISPI;
VIA S.QUATTROMANI;
VIA MONTE GRAPPA;
VIA F.CARUSO;
VIA RIVOCATI;
VIA G.PICCIOTTO;
VIA POPILIA;
VIA ALARICO;
VIA LUNGO CRATI PALERMO;
VIA REGGIO CALABRIA;

Nei giorni dal 27 settembre al 2 ottobre, sempre dalle 6,30 alle 17,30, i provvedimenti della Polizia Municipale, di restringimento della carreggiata e divieto di sosta, adottati con altra ordinanza, si applicheranno nelle seguenti strade:

VIA D.MILELLI;
PIAZZA F.CRISPI;
VIA S.QUATTROMANI;
VIA MONTEGRAPPA;
VIA F.CARUSO;
VIA RIVOCATI;
VIA G.PICCIOTTO;
VIA TRIESTE;
VIA MONTE GRAPPA;
CORSO UMBERTO;
VIA SABOTINO;
PIAZZA N.MISASI;
VIA POPILIA;
VIA ALARICO;
VIA LUNGO CRATI PALERMO;
VIA REGGIO CALABRIA.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, oggi l’intitolazione di Piazza Giuseppe Carratelli

Il sindaco Occhiuto: “ricorderemo per sempre una grande figura professionale e politica e dalle indiscutibili qualità umane”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Lo spazio adiacente a Corso Mazzini, nei pressi della fontana di Giugno, diventerà da oggi “Piazza Giuseppe Carratelli”. La cerimonia di intitolazione è prevista per le 18, alla presenza del sindaco Mario Occhiuto e della famiglia dell’avvocato Carratelli, scomparso l’11 aprile di quest’anno, per due volte Sindaco della città di Cosenza e Presidente dell’Ordine degli avvocati, dal 1983 al 1990. La decisione di intitolare la nuova piazza all’avv. Giuseppe Carratelli era stata assunta dalla Giunta comunale, presieduta dal sindaco Mario Occhiuto, ai primi di agosto, nell’ambito di un intervento sistematico di riordino della toponomastica cittadina e delle frazioni.

“La decisione di dedicare una piazza alla memoria dell’avvocato Giuseppe Carratelli – ha detto Occhiuto – è mossa dall’intento di ricordare per sempre e in modo appropriato una grande figura professionale e politica. Non solo il principe del foro che abbiamo tutti sempre apprezzato e la figura di primissimo piano che per competenze e statura, universalmente riconosciute, ne hanno nel tempo scandito l’attività professionale, ma anche e soprattutto un grande uomo della Calabria e della città di Cosenza. Indiscutibili, infatti, sono state le sue qualità umane, a cominciare dall’infinita bontà”.

“La scelta dell’ultimo tratto di Corso Mazzini che abbiamo completamente rinnovato, proseguendo l’opera di rigenerazione urbana da tempo intrapresa nell’interesse dei cosentini, direttamente connessa al percorso di valorizzazione della città e del Museo all’aperto Bilotti (MAB), non è stata casuale, sia perché l’Avvocato Carratelli è stato un grande uomo di cultura (e la nuova piazza diventerà luogo di cultura e di socialità), sia per la vicinanza con Piazza dei Bruzi, sede del Municipio, dal quale Giuseppe Carratelli ha guidato la città di Cosenza da Sindaco per due volte: dal 20 maggio 1989 al 10 agosto del 1990 e dal 14 dicembre del 1991 al 16 giugno del 1992. La nuova piazza – ha concluso Occhiuto – perpetuerà il suo ricordo, quello di una persona retta e onesta che metteva sempre la coscienza prima di ogni cosa e mai il vantaggio personale o la carriera o l’interesse politico”.

Continua a leggere

Di tendenza