Cosenza: violenza sulle donne, "venite e fidatevi di noi" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social
Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – “La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci”. Sono ancora tante, troppe, le donne che subiscono violenza dai propri partner e per non dimenticare le vittime, ma soprattutto incoraggiare le donne a denunciare è stata inaugurata la panchina rossa della Polizia di Stato, dinanzi la Questura di Cosenza, a supporto della campagna contro la violenza sulle donne.

Il questore, Giovanna Petrocca ha sottolineato come “questa panchina non è in ricordo di una vittima in particolare, piuttosto sta a significare che qui, in Questura, c’è personale specializzato che può aiutare le donne in difficoltà”. Presenti all’inaugurazione il prefetto di Cosenza Cinzia Guercio, i rappresentanti delle istituzioni civili e militari, tra cui il procuratore capo della Repubblica di Cosenza Mario Spagnuolo e il presidente della Provincia Franco Iacucci, la legale della Fondazione Lanzino Ornella Nucci e le associate del centro antiviolenza La Ginestra che opera sul Tirreno cosentino.

Sulla panchina rossa campeggia la dicitura “chi ti fa del male non ti ama”. “È un messaggio di speranza per tutte quelle donne che vivono situazioni particolare nell’ambito familiare, perché a loro vogliamo ricordare che ci sono gli uomini e le donne delle forze dell’ordine e appartenenti all’autorità giudiziaria sempre attenti e operativi per far fronte alle richieste di aiuto” ha spiegato Marisa Manzini procuratore aggiunto della Procura di Cosenza, responsabile del gruppo di lavoro che in particolar modo si occupa dei reati di genere.

Ricordiamo che è attivo il numero 1522, è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking. Inoltre, è sempre disponibile Youpol, l’app realizzata dalla Polizia di Stato per segnalare episodi di spaccio e bullismo, estesa anche ai reati di violenza che si consumano tra le mura domestiche.

Foto/Video di Francesco Greco

Area Urbana

Posti letto Covid, commissario Asp: “subito 18 a Rossano, poi 16 ad Acri”

La comunicazione del commissario straordinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, Vincenzo La Regina “L’azione di rafforzamento proseguirà anche nei prossimi giorni”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – «Ho già predisposto l’attivazione di 18 posti letto nell’ospedale Giannettasio di Rossano e saranno disponibili a partire dal 28 novembre». A comunicarlo è il commissario straordinario dell’Asp di Cosenza, Vincenzo La Regina che in considerazione dell’eccezionale pressione assistenziale registrata in queste ore all’ospedale Annunziata di Cosenza già stamattina inizierà il trasferimento dei pazienti grazie all’immediata attivazione dei 18 posti letto che andranno ad aggiungersi ai 18 già disponibili e attualmente occupati da pazienti in cura. 

«L’azione di rafforzamento proseguirà anche nei prossimi giorni con l’attivazione di ulteriori 16 posti letto all’interno dell’ospedale di Acri che in tal modo consentirà di offrire una risposta assistenziale direttamente sul territorio con l’obiettivo di attenuare le difficoltà registrate dall’Azienda Ospedaliera di Cosenza. Inoltre, se sarà necessario saranno riconvertiti posti letto di terapia intensiva no Covid a terapia intensiva Covid». Il commissario coglie l’occasione per invitare nuovamente la popolazione a vaccinarsi, l’aiuto più concreto per evitare una nuova emergenza.

Continua a leggere

Area Urbana

Covid, Annunziata al collasso. Posti letto saturi, il 90% non è vaccinato

Anche le tende montate all’esterno del Dea sono piene di pazienti con sintomi da coronavirus in attesa di tampone o con positività acclarata e attendono di essere allocate

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Sono al limite della capienza i posti letto per covid-19 all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Al momento ci sono trentatré le persone ricoverate in reparto e sei in rianimazione positive al coronavirus. Sono solo 3 i posti rimasti liberi.

Di queste, fanno sapere fonti ospedaliere, il 90 per cento non è vaccinato. Da quanto si apprende, anche le tende montate all’esterno del Dea sono piene di pazienti con sintomi da coronavirus in attesa di tampone o con positività acclarata e attendono di essere allocate in reparto. Nelle prossime ore l’Azienda valuterà la possibilità di potenziare i posti letto e riconvertite alcuni reparti o trasferire i pazienti in strutture sul territorio provinciale.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, ancora 24 ore di allerta rossa. Il maltempo non allenta la presa

La comunicazione della Prociv regionale al Comune di Cosenza che torna a ribadire le misure precauzionali da adottare con un quadro delle previsioni

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Cetraro marina - 27/11/2021

COSENZA – Non si allenta la presa del maltempo e dalla mezzanotte di oggi fino alle ore 24,00 di domani, domenica 28 novembre, sono annunciate dal Dipartimento della Protezione civile regionale altre 24 ore di allerta meteo rossa. La comunicazione che la Prociv regionale ha inviato al Comune di Cosenza ha indotto la Dirigente della protezione civile di Palazzo dei Bruzi, ing.Antonella Rino a rendere noto, su indirizzo del Sindaco Franz Caruso e dell’Assessore comunale alla Protezione civile Veronica Buffone, il quadro previsionale diffuso e a ripetere le consuete raccomandazioni ai cittadini.

Piogge diffuse, temporali e forti raffiche di vento

Anche nell’ultimo avviso che preannuncia le condizioni meteo avverse nelle prossime 24 ore, la Prociv regionale fa riferimento a piogge diffuse e temporali sparsi, anche a carattere di rovescio, di forte intensità. I fenomeni – si sottolinea ancora nell’avviso – saranno accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. In ragione di questo quadro previsionale viene  ribadito l’invito ai cittadini alla massima prudenza.

Le raccomandazioni

La Protezione civile raccomanda di: non mettersi in viaggio se non strettamente necessario, evitare i sottopassi, abbandonare i piani seminterrati o interrati se ubicati in zone depresse o a ridosso di fiumi, torrenti tombati o con sezioni d’alveo ristrette per cause antropiche. Nelle predette aree è consigliato di raggiungere i piani superiori, non sostare in prossimità di aree con versanti acclivi che potrebbero dare origine a colate rapide di fango e crolli di blocchi rocciosi. La situazione sarà monitorata, costantemente, dal servizio di Protezione civile comunale e dalla Polizia municipale.

In caso di necessità, contattare i seguenti numeri:

VIGILI URBANI 0984 813760 – VIGILI DEL FUOCO 115 – CARABINIERI 112

Continua a leggere

Di tendenza