Cosenza, docente a 18 anni: Francesco Corbelli è il più giovane d'Italia - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Cosenza, docente a 18 anni: Francesco Corbelli è il più giovane d’Italia

A pochi mesi dall’aver conseguito il diploma all’Istituto Tecnico ITAS Nitti di Cosenza il giovane ha ricevuto una nomina annuale all’IPSIA di Corigliano

Avatar

Pubblicato

il

CORIGLIANO-ROSSANO (CS) – Ha solo 18 anni ma è già un docente a tutti gli effetti. Si tratta Francesco Napoleone Corbelli, di Torano Castello: il giovane, classe 2002, ha ottenuto l’incarico di una supplenza annuale che gli vale l’attestazione di docente più giovane di Italia.

Docente soli 18 anni

A pochi mesi dall’aver conseguito il diploma all’Istituto Tecnico ITAS Nitti di Cosenza, è diventato il docente più giovane d’Italia, ottenendo, nel dicembre scorso, la nomina annuale in Laboratorio di Grafica all’Istituto IPSIA “N.Green – Falcone Borsellino” di Corigliano e all’ITC “L. Palma” .

Una qualifica accademica inusuale per la sua età:  Corbelli, dopo aver fatto il biennio, al Liceo Classico “Gioacchino da Fiore” di Rende, aveva poi scelto un percorso diverso e si è diplomato, nel giugno dello scorso anno, all’ITAS Nitti, e pochi mesi dopo, a dicembre, ha avuto il suo primo incarico, che terminerà a fine agosto 2021. A 18 anni Francesco conquista il podio come il più giovane insegnante d’Italia. Il giovane sta ultimando in questi giorni il suo primo anno scolastico, che ha alternato tra lezioni in presenza a Corigliano e Dad da casa.

Corbelli, simbolo di speranza per i giovani

La nomina di Corbelli rappresenta un bel messaggio soprattutto in questa fase di drammatica emergenza a causa della pandemia. Una speranza per tutti i giovani maturandi e laureandi che pensano ad un futuro da docente, coltivando il sogno di rimanere nella loro terra. Il giovane docente, si dice molto soddisfatto del suo incarico e orgoglioso del record conquistato. Una felicità che deriva dalla grande opportunità di ricevere il suo primo incarico professionale pochi mesi dopo aver conseguito il diploma, e di diventare a soli 18 anni il più giovane docente d’Italia.

L’università e l’iscrizione alla facoltà di Economia

Dopo il diploma, contestualmente con l’incarico annuale come docente, ha avviato il percorso universitario, con l’iscrizione al primo anno di Economia, dando già, con buoni risultati, i primi esami. “Il mio caso deve essere un motivo di speranza per tutti, diplomanti e laureandi”, ha dichiarato Corbelli sul magazine Tecnica della Scuola

Area Urbana

Da domani l’Hub del ”Palazzetto dello Sport” sarà la nuova sede vaccinale di Rende

Il nuovo Hub vaccinale, andrà a sostituire il precedente punto che si trovava all’interno del Parco Acquatico.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE – L’Azienda Sanitaria provinciale di Cosenza informa i cittadini che a partire da domani martedì 22 Giugno, la nuova sede vaccinale della città di Rende sarà ubicata presso il” Palazzetto dello Sport” sito in Via Parigi, adiacente l’area mercatale di Villaggio Europa. Il nuovo HUB vaccinale di Rende, andrà a sostituire il precedente centro che per diversi mesi era situato all’interno del Parco Acquatico.

Il nuovo palazzetto dello sport di Rende è stato scelto tra le sedi nazionali degli hub vaccinali. La decisione, presa dal Ministero della sanità e dai vertici della Protezione Civile, giunge dopo un attenta valutazione dei dati in esame dall’inizio della campagna di vaccinazione e frutto di una gestione efficace che è stata riconosciuta quale esempio virtuoso da seguire. La grade struttura si presta sia a livello strutturale che logistico ad una prosecuzione efficiente della somministrazione.

Continua a leggere

Area Urbana

Caldo africano nel cosentino e arrivano gli incendi. A Rende fiamme lungo la 107

Un incendio è divampato su una collina tra contrada tra contrada Longeni e lo svincolo per l’università a ridosso della 107

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Come ampiamente preannunciato tutta la Calabria si trova alle prese con la prima violenta ondata di caldo di origine africana, determinata dall’alta pressione sub-tropicale che si è insediata sul Mediterraneo centrale, he avrà il suo picco tra domani e mercoledì quando le temperature potrebbero superare anche i 42 gradi. Già oggi le temperature nelle zone interne del cosentino hanno raggiunto e superato anche i 38 gradi con l’afa a rendere ancora più forte la sensazione di calore e l’aria rovente che arriva dal deserto del Sahara che non mollerà la presa per tutta la settimana. L’anticiclone africano si sta espandendo sull’Italia sempre con più potenza e il caldo si intensificherà su tutto il Sud, ma in modo particolare su Sicilia, Calabria e Puglia dove saranno proprio le temperature a risentirne di più.

Scoppia il caldo e, immancabili, ecco arrivare anche gli incendi. Uno è divampato poco dopo l’ora di pranzo e sta interessando una collina, lungo la Statale 107 Silana-Crotonese, tra lo svincolo per Università e Contrada Longeni a Rende, di fronte il parco commerciale Campus. In fiamme vegetazione, sterpaglie, alberi di ulivi e querce con le fiamme praticamente a ridosso della carreggiata. La stessa zona, poco meno di un anno fa, era già stata interessata da altri due incendi.

Continua a leggere

Area Urbana

Pd Cosenza, Marco Miccoli si dimette

Marco Miccoli lascia l’incarico il commissario della federazione provinciale del Pd

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Si è dimesso Marco Miccoli, commissario della federazione provinciale del Pd. L’annuncio attraverso un breve messaggio inviato ai suoi sostenitori. «Ho aspettato l’esito delle primarie di Roma – è scritto nel messaggio – e la conclusione della vicenda che riguarda la candidatura alla presidenza della Regione, per comunicare, causa indifferibili impegni personali, le mie dimissioni da Commissario della Federazione provinciale di Cosenza. Ho già inviato la comunicazione al Segretario Nazionale del Partito».

«Grazie a tutte e a tutti per la collaborazione che non mi avete fatto mai mancare in questi due anni, sono contento di aver fatto questa esperienza e aver avuto modo di collaborare con persone come voi. In bocca al lupo per tutto». Il partito ora dovrà nominare un nuovo commissario in vista delle prossime elezioni amministrative.

 

 

Continua a leggere

Di tendenza