Rende: numeri da record nelle vaccinazioni, over 80 al 95%. Diventerà Hub nazionale - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social
Marco Belmonte

Pubblicato

il

RENDE (CS) – Il parco acquatico di Rende si è confermato uno tra i più efficienti punti vaccinali dell’intera provincia di Cosenza ed ha permesso di raggiungere cifre di assoluto rispetto. Ma passando anche per il Poliambulatorio di Quattromiglia e la sede dell’Unione ciechi, grazie alle 10 giornate speciali dedicate alle vaccinazioni, il comune di Rende procede spedita nella campagna confermandosi uno dei comuni più attivi nella gestione deivaccini.

Rende, numeri da record

Ad oggi solo nella Struttura del Parco Acquatico sono state somministrate oltre 12mila dosi di vaccino. Nell’intero comune di Rende è stato immunizzato il 95% degli over 80%, il 90% dei soggetti con disabilità, che hanno ricevuto la vaccinazione a domicilio mentre per la categoria over 70 quasi l’80% degli aventi diritto hanno ricevuto una dose o sono registrati alla pita forma a sono in attesa. Una media di 650 vaccinazioni al giorno ma si pensa di arrivare a mille, per coprire l’intera popolazione da vaccinare.

Palazzetto dello Sport verso l’Hub nazionale

E presto il comune del Campagnano diventerà hub vaccinale e si sta cercando la location ideale che, con molta probabilità, sarà il nuovo palazzetto dello Sport. Ottorino Zuccarelli, dirigente medico dell’Asp di Cosenza e responsabile del distretto sanitario Valle Crati evidenzia il grande lavoro svolto “abbiamo avuto la fortuna della disponibilità del Parco Acquatico sia al punto di vista delle dimissioni, sia dal punto ambientale che con la possibilità di lavorare con serenità. C’è stato un grande impegno non solo dalla struttura ma che il supporto dei volontari e della protezione civile. Tantissimi ragazzi ed associazioni presenti sul territorio hanno permesso di supportare le migliaia di persone che sono arrivate non solo dall’area urbana ma anche dai comuni della provincia. Con la necessità di estendere la vaccinazione a migliaia di persone era necessario la scelta di un Hub che dovrebbe essere il palazzetto dello Sport”. Lavoreremo per lasciare comunque il Parco Acquatico come punto vaccinale.

Manna “numeri importanti, saremo ancora più efficienti”

“Un risultato -afferma il sindaco Marcello Manna – che ci inorgoglisce: i dati raccolti dall’Asp ci restituiscono fiducia nel ritorno ad una normalità che appare più vicina“. La macchina organizzativa messa in piedi e che si avvale oltre che dell’Asp, anche della Protezione Civile e dei volontari delle realtà associative locali “ha fatto sì che si raggiungesse tale obiettivo, segno tangibile che lavorare in sinergia, per il bene comune ripaga sempre. Vogliamo che questi numeri crescano e che la campagna vaccinale proceda a ritmo sempre più spedito”, ha proseguito il primo cittadino che, proprio nei giorni scorsi, ha lanciato l’appello al commissario La Regina e al dirigente Prociv Varone affinché vengano vaccinati gli albergatori e i ristoratori. “Perché sia davvero una ripartenza capace di rilanciare la nostra economia – aggiunge Manna – , bisogna garantire il diritto alla salute e alla sicurezza sul lavoro: riteniamo che i due ambiti debbano viaggiare insieme perché strettamente correlati tra loro. Un dato, quello di Rende, in controtendenza, ma che è frutto di una gestione efficiente che è stata riconosciuta quale esempio virtuoso da seguire. Visti i risultati raggiunti – conclude – Rende è stata scelta tra le sedi nazionali degli hub vaccinali. Stiamo valutando in queste ore con i vertici Asp quale sia la sede più idonea. Il cambio di passo che auspichiamo deve avvenire ora: non c’è più tempo per rimandare il futuro che tutti aspettiamo da troppo tempo”.

Parco Acquatico “la struttura al servizio della collettività”

E il Parco Acquatico di Rende ha rinnovato la propria disponibilità, come centro vaccinale, anche per i prossimi mesi. Lo fa per naturale senso di appartenenza al territorio e perché lo consentono gli spazi enormi e performanti della struttura. Struttura mantenuta efficiente e funzionale, per la situazione specifica di emergenza, grazie al lavoro costante e minuzioso della Marconi Village Srl. Società di gestione del Parco da agosto 2020. È importante sottolineare che sono poche le strutture private in Italia che hanno dato la disponibilità dei propri locali a diventare centro vaccinale. Per i mesi estivi, sarà riservata un’area idonea per i vaccini opportunamente servita e sanificata. La collaborazione con le istituzioni preposte al buon funzionamento del processo di vaccinazione anti COVID-2019, è andata perfezionandosi per il bene dei cittadini.

Area Urbana

Da domani l’Hub del ”Palazzetto dello Sport” sarà la nuova sede vaccinale di Rende

Il nuovo Hub vaccinale, andrà a sostituire il precedente punto che si trovava all’interno del Parco Acquatico.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE – L’Azienda Sanitaria provinciale di Cosenza informa i cittadini che a partire da domani martedì 22 Giugno, la nuova sede vaccinale della città di Rende sarà ubicata presso il” Palazzetto dello Sport” sito in Via Parigi, adiacente l’area mercatale di Villaggio Europa. Il nuovo HUB vaccinale di Rende, andrà a sostituire il precedente centro che per diversi mesi era situato all’interno del Parco Acquatico.

Il nuovo palazzetto dello sport di Rende è stato scelto tra le sedi nazionali degli hub vaccinali. La decisione, presa dal Ministero della sanità e dai vertici della Protezione Civile, giunge dopo un attenta valutazione dei dati in esame dall’inizio della campagna di vaccinazione e frutto di una gestione efficace che è stata riconosciuta quale esempio virtuoso da seguire. La grade struttura si presta sia a livello strutturale che logistico ad una prosecuzione efficiente della somministrazione.

Continua a leggere

Area Urbana

Caldo africano nel cosentino e arrivano gli incendi. A Rende fiamme lungo la 107

Un incendio è divampato su una collina tra contrada tra contrada Longeni e lo svincolo per l’università a ridosso della 107

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Come ampiamente preannunciato tutta la Calabria si trova alle prese con la prima violenta ondata di caldo di origine africana, determinata dall’alta pressione sub-tropicale che si è insediata sul Mediterraneo centrale, he avrà il suo picco tra domani e mercoledì quando le temperature potrebbero superare anche i 42 gradi. Già oggi le temperature nelle zone interne del cosentino hanno raggiunto e superato anche i 38 gradi con l’afa a rendere ancora più forte la sensazione di calore e l’aria rovente che arriva dal deserto del Sahara che non mollerà la presa per tutta la settimana. L’anticiclone africano si sta espandendo sull’Italia sempre con più potenza e il caldo si intensificherà su tutto il Sud, ma in modo particolare su Sicilia, Calabria e Puglia dove saranno proprio le temperature a risentirne di più.

Scoppia il caldo e, immancabili, ecco arrivare anche gli incendi. Uno è divampato poco dopo l’ora di pranzo e sta interessando una collina, lungo la Statale 107 Silana-Crotonese, tra lo svincolo per Università e Contrada Longeni a Rende, di fronte il parco commerciale Campus. In fiamme vegetazione, sterpaglie, alberi di ulivi e querce con le fiamme praticamente a ridosso della carreggiata. La stessa zona, poco meno di un anno fa, era già stata interessata da altri due incendi.

Continua a leggere

Area Urbana

Pd Cosenza, Marco Miccoli si dimette

Marco Miccoli lascia l’incarico il commissario della federazione provinciale del Pd

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Si è dimesso Marco Miccoli, commissario della federazione provinciale del Pd. L’annuncio attraverso un breve messaggio inviato ai suoi sostenitori. «Ho aspettato l’esito delle primarie di Roma – è scritto nel messaggio – e la conclusione della vicenda che riguarda la candidatura alla presidenza della Regione, per comunicare, causa indifferibili impegni personali, le mie dimissioni da Commissario della Federazione provinciale di Cosenza. Ho già inviato la comunicazione al Segretario Nazionale del Partito».

«Grazie a tutte e a tutti per la collaborazione che non mi avete fatto mai mancare in questi due anni, sono contento di aver fatto questa esperienza e aver avuto modo di collaborare con persone come voi. In bocca al lupo per tutto». Il partito ora dovrà nominare un nuovo commissario in vista delle prossime elezioni amministrative.

 

 

Continua a leggere

Di tendenza