All'Unical lo strumento che svela i misteri dei reperti archeologici - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

All’Unical lo strumento che svela i misteri dei reperti archeologici

Stipulato un contratto con Elettra Sincrotrone Trieste per la realizzazione di una nuova stazione sperimentale presso il centro STAR dell’ateneo

Avatar

Pubblicato

il

ARCAVACATA (CS) – L’Università della Calabria e Elettra Sincrotrone Trieste S.C.p.A., centro di ricerca internazionale specializzato nella generazione di luce di sincrotrone, hanno stipulato, in esito ad una procedura di gara, un contratto per la realizzazione di µTomo 2, una nuova stazione sperimentale di microtomografia che verrà installata presso STAR, l’Infrastruttura di Ricerca dell’UniCal dedicata all’analisi avanzata dei materiali.

Grazie a questo accordo, la linea di luce che utilizza la radiazione X di alta qualità prodotta dalla sorgente innovativa che è il cuore di STAR, lo STAR lab, verrà dotata di uno strumento che permetterà di esaminare, attraverso l’acquisizione di immagini tridimensionali ad altissima risoluzione, la struttura interna e la composizione chimica e fisica di oggetti e manufatti in maniera non invasiva e non distruttiva (come nel caso degli Specchi magnogreci in Bronzo provenienti dal Museo Nazionale di Locri rappresentati nell’immagine).

Si potranno così svelare molti dei misteri nascosti nei reperti archeologici  e nei materiali di interesse per la meccanica, l’elettronica e l’energia. Si tratta di un campo di grande interesse per la comunità scientifica e per i ricercatori delle imprese a tecnologia avanzata che in Calabria ha già visto il raggiungimento di importanti traguardi, in particolare nel campo della diagnostica dei beni culturali (la “decifrazione” di alcuni frammenti dei papiri di Ercolano e l’analisi dei materiali costitutivi delle statue di Tepe Narenj in Afghanistan).

La realizzazione e la messa in opera di µTomo 2, finanziata nell’ambito del progetto “STAR 2” del Piano Operativo Nazionale per il potenziamento delle infrastrutture di ricerca, vedranno la stretta collaborazione tra un team di esperti triestini guidato dal dottor Diego Dreossi e il gruppo di ricerca del Dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria guidato dal professor Vincenzo Formoso.

Il professor Riccardo Barberi, responsabile scientifico di STAR, ha affermato: “Il nostro ateneo, unico in Italia, si sta dotando di un’infrastruttura aperta agli utenti che, con un approccio multidisciplinare, offre servizi di indagine scientifica avanzata associati alla capacità di produrre nuovi materiali e dispositivi e di realizzare prototipi che ne sfruttino le performance. µTomo 2 è uno strumento fondamentale per indagare l’interno di ogni oggetto tutelando la sua integrità con evidenti vantaggi per ogni disciplina che, dalla biologia all’archeologia, studia materiali fragili”.

Area Urbana

Eletti e non proclamati, senza guida la Regione e la città di Cosenza

Occhiuto rassicura: “la Regione non è senza guida, c’è Spirlì”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Sono passati circa 20 giorni dalla fine delle elezioni regionali e dieci dal turno di ballottaggio della città di Cosenza e ancora tutto tace sulla proclamazione di presidente, sindaco e annessi rispettivi consiglieri.

Non si fa attendere, in merito alla tardiva proclamazione, il commento del neo eletto presidente della regione Calabria, Roberto Occhiuto: “sono passati più di 20 giorni dalle elezioni regionali del 3 e 4 di ottobre, e ancora non si hanno notizie in merito alla proclamazione del presidente eletto e dei consiglieri regionali. Se il ‘sistema Calabria’ va in tilt – sostiene Occhiuto attraverso una nota stampa – per effettuare un semplice conteggio delle schede elettorali, come faremo ad approcciarci ai progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza e a spendere presto e bene i vagoni di risorse che arriveranno dall’Unione europea?”

In Regione c’è Spirlì

Occhiuto si dice preoccupato per un così lungo ritardo ma sottolinea che: “la Regione non è ovviamente senza guida, c’è il presidente facente funzioni Nino Spirlì. Abbiamo atti di programmazione da varare, bandi ministeriali ai quali la Regione dovrebbe partecipare, l’allerta meteo che in queste ore toglie il sonno a tanti amministratori locali, eppure siamo fermi, ancora in un paradossale interregno. Basta con questi ritardi – conclude Occhiuto –  si arrivi al più presto alla proclamazione del presidente e degli eletti al Consiglio regionale”.

Perplessità esprime anche il primo cittadino della città Bruzia, Franz Caruso, che ancora non ha ricevuto alcuna comunicazione in merito alla proclamazione. “Non capisco cosa stia succedendo, – ha dichiarato Caruso – i tempi si stanno prolungando oltre il dovuto e sono i cittadini a pagarne il prezzo”.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, premiato Guarascio con la stella al merito sociale

Il presidente del Cosenza Calcio sarà premiato a Roma per gli investimenti imprenditoriali

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Eugenio Guarascio presidente del Cosenza Calcio riceverà un riconoscimento per gli investimenti imprenditoriali in campo ambientalista e per l’impegno costante a servizio della comunità. Guarascio è anche alla guida di “Ecologia oggi” e vicepresidente Confindustria Cisambiente per il Sud e politiche del mare.  La Stella al merito sociale sarà consegnata domani a Roma dall’associazione no profit “Cultura&Solidarietà”. Il premio, giunto alla dodicesima edizione, è destinato alle personalità che hanno saputo valorizzare nei territori d’appartenenza l’impegno nel sociale e promuovere attività di valenza culturale e aggregativa.

“Imprenditore ambientalista e presidente di calcio di successo che con abnegazione investe nel suo territorio per lo sviluppo economico e la cultura”, questa la motivazione con cui la giuria – guidata dal presidente dell’associazione, Francesco Vivacqua – ha inteso conferire la Stella al merito sociale al presidente Guarascio.

Continua a leggere

Area Urbana

Al Rendano la straordinaria voce di Marcello Cirillo e la musica di Giuseppe Perrone

Ispirato al format “Casa Marcello” e nato dall’ultimo lavoro discografico intitolato “Musica & Parole” del pianista jazz calabrese Perrone, il concerto è in programma sabato 30 ottobre

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Tornano a riempirsi i teatri e i luoghi di aggregazione culturale dopo il periodo pandemico che ha bloccato uno dei settori più amati, quello della musica dal vivo. Il prossimo 30 ottobre i cosentini avranno modo di apprezzare la musica, ma anche l’arte di Giuseppe Perrone, pianista jazz calabrese, all’interno del prestigioso teatro Alfonso Rendano di Cosenza. L’artista ha recentemente pubblicato la sua ultima opera discografica dal titolo “Musica & Parole” realizzato durante il complesso periodo del lockdown che ha visto l’Italia intera affacciata da un balcone, intonare canzoni di speranza e di appartenenza.

«La musica è il diretto contatto con la nostra anima – spiega Giuseppe Perrone – le nostre sensazioni e le nostre emozioni. L’esigenza di valorizzare quella che è la funzione, non solo artistica ma comunicativa, della musica nella nostra vita, si rafforza e si concretizza nei primissimi giorni della quarantena quando, di fronte all’isolamento e allo sconforto, tutta l’Italia cantava dai balconi e sui social, dando vita al fenomeno del “Balcony Music” e dei flash mob musicali che ci allietavano quotidianamente e ci facevano sentire uniti. Allora il bisogno e la decisione di unire poesie a brani musicali e cantautorali, di riarrangiare colonne sonore, di accentuare la bellezza musicale ai testi delle canzoni rendendoli prosa e dunque realizzare “Musica & Parole”».

Perrone si è ispirato al web show ideato e condotto da Marcello Cirillo e intitolato ‘Casa Marcello’ che l’artista ha realizzato nella sua abitazione durante il lockdown. Un programma intriso di canzoni, monologhi, sketch comici, che ha stupito, emozionato e intrattenuto il pubblico in un periodo difficile per tutta l’Italia spopolando sul web. L’importante lavoro discografico del pianista Perrone, si avvale anche della collaborazione del pluripremiato sassofonista jazz Eric Daniel.

Colonne sonore, ever green italiane riviste dal pianista Giuseppe Perrone, con la voce di Marcello Cirillo. L’appuntamento imperdibile dunque, è per sabato 30 ottobre alle ore 21.30, e i biglietti sono disponibili da “In Prima Fila”. Per gli studenti è prevista una riduzione. Sul palco del prestigioso teatro cosentino Giuseppe Perrone – pianoforte, arrangiamenti, testi; Eric Daniel – sassofoni e flauto; Renzo Ruggieri – fisarmonica, melodica; Domenico Rizzuto – tromba e percussioni; Francesca Borrelli – voce e la straordinaria partecipazione di Marcello Cirillo.

Continua a leggere

Di tendenza