In bus meglio che in treno e aereo. Ecco Itabus, si parte anche da Cosenza e Rende - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

In bus meglio che in treno e aereo. Ecco Itabus, si parte anche da Cosenza e Rende

Un viaggio su gomma con gli standard migliori del settore aereo e ferroviario ad alta velocità. E a prezzi davvero concorrenziali

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Dal 27 maggio sulle strade italiane debutteranno gli autobus a lunga percorrenza di Itabus, il nuovo operatore di trasporto passeggeri su gomma made in Italy. Fra gli azionisti della società, completamente italiana, attraverso i rispettivi veicoli societari, Flavio Cattaneo, Luca Cordero di Montezemolo, Angelo Donati, Isabella Seragnoli e la famiglia Punzo. La flotta, completamente nuova e acquistata grazie a un’operazione finanziata da Intesa Sanpaolo, sarà composta di autobus Man, parte del gruppo Volkswagen.

Tecnologia senza precedenti

Comodità, comfort e qualità contraddistinguono l’intera flotta. Itabus soddisfa con i suoi nuovi mezzi tutte le esigenze dei viaggiatori: a partire dall’accesso Wi-fi, basato su connettività ultrabroadband 4/5G, fornito in collaborazione con Tim, che abiliterà su tutte le tratte i servizi internet attraverso una soluzione di rete innovativa, funzionale, efficiente e sicura; ai distributori automatici per snack e bevande, dalle toilette presenti a bordo di tutti i mezzi alle sedute spaziose, tavolini al posto, luci a led e prese Usb e di corrente per ogni poltrona, tutto il necessario per permettere ai passeggeri di rilassarsi e al contempo ottimizzare il tempo di viaggio.

Confort e sicurezza

Caratteristica unica per il trasporto su gomma nel bus bipiano è il doppio ambiente di viaggio: Comfort+ e Top, sinonimo di extra spazio con sedute interamente reclinabili e aree tavolino per le famiglie.

Autobus a un piano MAN LION’S COACH, vincitore del riconoscimento “Coach of the Year 2020”, efficiente e allo stesso tempo potente. Il suo design distintivo e le sue dotazioni tecnologiche lo rendono un mezzo affidabile e confortevole.

Autobus a due piani  NEOPLAN SKYLINER, che deve il suo nome alla straordinaria cupola sul tetto che trasforma il piano superiore in una terrazza panoramica su due ruote. Estremamente curato e dotato di ogni comfort; al piano inferiore abbiamo creato per voi una zona molto accogliente composta dall’Area Tavolino e dall’ambiente Top, dove raggiungiamo il massimo della comodità grazie a sedute ancora più distanziate e sedili con poggiapiedi estensibili.

Ecosostenibili e ad emissioni ridotte

Itabus sarà sostenibile dal punto di vista ambientale, grazie ai motori diesel Euro 6D, la categoria che produce il minor quantitativo di emissioni inquinanti, tra le soluzioni a più basso impatto ambientale attualmente disponibili per la lunga percorrenza. Inoltre, grazie alla collaborazione con Eni, tutta la flotta viene alimentata con il Eni diesel+, il gasolio premium che contiene il 15% di componenti certificate come ”sostenibili” dai più autorevoli schemi di certificazione riconosciuti a livello europeo e che riduce le emissioni di CO2 rispetto ai carburanti tradizionali. Mezzi all’avanguardia anche sotto il profilo della sicurezza, dotati dei più moderni sistemi di controllo e con autisti altamente specializzati. Saranno sempre presenti 2 conducenti per i viaggi notturni e per quelli a lunga percorrenza, coadiuvati in ogni fase del viaggio da una sala operativa attiva h24, 7 giorni su 7 (in cui sarà sempre presente anche un esperto Man), un esempio unico nel trasporto su gomma.

Da nord a Sud e prezzi super concorrenziali

In 3 anni la società arriverà ad avere 300 bus che connetteranno gran parte del territorio italiano, con 350 servizi, 90 milioni di km all’anno ed un aumento esponenziale delle località servite. Le regioni servite sin dal lancio del servizio sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto. Nei piani è prevista anche la Sicilia che verrà collegata al network e, in un’ottica di espansione della propria rete, anche le altre regioni italiane saranno servite in un prossimo futuro.  “I prezzi sono difficilmente credibili, ma sono prezzi che ci danno un posizionamento sul mercato che nessun altro ha” ha detto Luca Cordero di Montezemolo riferendosi alle tariffe di Itabus e spiegando che i mezzi sono stati commissionati a Man (gruppo Volkswagen) attraverso “un’asta generale”. “Man – ha aggiunto – ci garantisce non solo innovazione tecnologica ma grande sostenibilità”.  Ad esempio si può viaggiare da Cosenza a Bologna a partire da da € 19.90, fino a Firenze da € 18.90, a Milano da € 29.90, a Napoli a partire da € 6.90, Roma da € 7.90 o Siena da € 16.90.

In Calabria già serviti diversi Comuni

Cariati (Via Alighieri)
Cirò Marina (SS106)
Corigliano (Via Nazionale)
Cosenza (Terminal autostazione)
Crotone (Piazzale le Nettuno)
Frascineto (Strada provinciale 263)
Gioia Tauro (V. Nazionale)
Lamezia Terme (Stazione FS)
Palmi (V. Letterio di Francia)
Reggio Calabria (Stazione)
Rende (Università)
Rosarno (V. Provinciale)
Rossano (Stazione FS)
Sibari (Terminal)
Vibo Valentia (Palasport)

“L’ingresso di Itabus nel mercato del trasporto su gomma porterà ampi benefici ai molti viaggiatori che si spostano ogni giorno in Italia” ha sottolineato l’ad Francesco Fiore. “Il nostro modello si contraddistingue per sicurezza e qualità a prezzi estremamente competitivi. Abbiamo puntato su una rete estesa e capillare perché crediamo nelle potenzialità del territorio italiano”.”Itabus introduce un concetto di viaggio su gomma completamente nuovo, con gli standard migliori del settore aereo e ferroviario ad alta velocità, per sviluppare l’intermodalità e integrarsi in maniera sinergica con il sistema di mobilità esistente più all’avanguardia”, ha aggiunto l’altro ad, Enrico Zampone.

 

Area Urbana

Montalto, sigilli alla condotta di un supermercato per smaltimento illecito di reflui

Il legale rappresentante dell’impresa di generi alimentari è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Una condotta in pvc, realizzata nel retro di un noto supermercato di Taverna di Montalto Uffugo, smaltiva i reflui del settore caseario e di una macelleria interna. La condotta che scaricava direttamente sul suolo attraverso un pozzetto adibito alla raccolta delle acque piovane, in cui galleggiavano schiume bianche maleodoranti e liquidi opalescenti non è passata inosservata ai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Montalto coadiuvati durante un piano di monitoraggio delle aziende del luogo dai colleghi di Cerzeto.

I militari hanno provveduto al sequestro penale degli scarichi e di una condotta sotterranea realizzata per consentire continui sversamenti non a norma di reflui caseari e di acque di lavaggio dei laboratori della macelleria. Alla luce degli accertamenti eseguiti il legale rappresentante dell’impresa di generi alimentari è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cosenza, per i reati connessi allo scarico illecito di reflui industriali e per getto pericoloso di cose atte ad imbrattare cose altrui in luogo di transito al pubblico.

Continua a leggere

Calabria

Sanità: continuità assistenziale, pubblicato il decreto incarichi

Riguarda l’assegnazione di incarichi vacanti di Continuità assistenziale, individuati dalle Aziende sanitarie provinciali di Catanzaro e Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – “Il dipartimento Tutela della salute e Servizi sociali e Sociosanitari della Regione, settore Medicina convenzionata e Continuità assistenziale, ha pubblicato oggi il decreto dirigenziale n. 7705 che riguarda l’assegnazione di incarichi vacanti di Continuità assistenziale per gli anni 2017, 2018, 2019 e 2020, individuati dalle Aziende sanitarie provinciali di Catanzaro e Cosenza“. Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale.

Nel decreto si afferma che “possono concorrere al conferimento degli incarichi i medici che si trovano in una delle ipotesi di trasferimento, che sono inclusi nella graduatoria regionale, che abbiano acquisito il diploma di formazione specifica in medicina generale. I medici aspiranti dovranno presentare domanda di partecipazione, utilizzando i modelli specificati, entro 20 giorni dalla pubblicazione del presente atto sul Burc, inviandoli direttamente alle Aziende sanitarie provinciali di riferimento, per uno o più incarichi vacanti, agli indirizzi e secondo le modalità che saranno loro indicati dalle Asp competenti”.

Continua a leggere

Area Urbana

Maltrattamenti in famiglia ed estorsione, allontanato 25enne cosentino

Il giovane picchiava i genitori, li derubava dei gioielli e anche degli elettrodomestici per comprare la droga

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Nel tardo pomeriggio di sabato, la Squadra Mobile ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale a carico di un 25 enne di Cosenza, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia ed estorsione continuata ai danni dei genitori. Il giovane è stato allontanato dalla casa familiare, con specifica prescrizione di non avvicinarsi ai luoghi frequentati dalle vittime ed in particolare alla medesima abitazione. Nel corso dell’esecuzione della misura, l’uomo è stato anche denunciato per il reato di ricettazione in quanto trovato in possesso di una carta d’identità risultata rubata e sulla quale sono in corso ulteriori verifiche.

Le indagini, partite a seguito della denuncia dei genitori, hanno permesso di dimostrare che il ragazzo, con seri problemi di dipendenza da droga, al fine di procurarsi il danaro necessario, non esitava a minacciarli di morte, spintonare e picchiare il padre, facendolo cadere a terra nel corso delle liti ormai divenute all’ordine del giorno, prendendolo a pugni e brandendogli contro un coltello, dinanzi a qualunque genere di rifiuto o opposizione alla richiesta di soldi. Inoltre, dinanzi ai dinieghi distruggeva i mobili della casa e l’automobile di famiglia, sfogando la sua ira con ripetuti calci e pugni sulla carrozzeria, danneggiandola seriamente. Gli anziani genitori più volte hanno riscontrato la mancanza di monili in oro quali collane, bracciali e tutto ciò potesse essere venduto dal figlio che arrivava persino a smontare gli elettrodomestici presenti in casa pur di acquistare della droga.

Continua a leggere

Di tendenza