Borse di studio in aumento, l'Unical stanzia altri 2 mln ma «c'è bisogno di aiuto dalla Regione» - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Borse di studio in aumento, l’Unical stanzia altri 2 mln ma «c’è bisogno di aiuto dalla Regione»

Il grido di aiuto dell’ateneo che spiega di aver attinto dalle proprie risorse: «siamo in attesa di altri fondi e di un rimborso dall’Ente, confidiamo nell’impegno assunto»

Avatar

Pubblicato

il

ARCAVACATA (CS ) – Il Consiglio d’Amministrazione dell’Unical, su proposta del rettore Nicola Leone, ha stanziato altri 2 milioni di euro per il diritto allo studio, consentendo così il pagamento delle borse e dei premi di laurea al 100% degli aventi diritto. Quest’anno, in un contesto sociale ed economico più critico, l’ateneo ha dovuto far fronte a un aumento del numero di studenti idonei e a un riparto del Fondo integrativo statale (Fis) da parte della Regione Calabria, che non ha seguito i criteri utilizzati dal ministero per suddividere le risorse tra i territori e che ha penalizzato di fatto l’Unical.

«Abbiamo attinto dalle nostre risorse, attendiamo aiuto dalla Regione»

L’Università della Calabria è intervenuta subito, «attingendo a risorse proprie e mettendo a disposizione del budget assegnato al diritto allo studio un primo stanziamento di 3,6 milioni di euro. – spiega la nota – Questo fondo, sommato alle risorse di provenienza statale e al gettito della tassa per il diritto allo studio regionale, ha permesso di riconoscere la borsa di studio a 4.884 studenti su 7.023 idonei. Per garantire il pieno diritto allo studio ai restanti 2.139 aventi diritto, mancavano circa 4 milioni 700mila euro. La Regione Calabria – ente che ha la competenza per il diritto allo studio universitario – con una nota dell’assessora all’Università pervenuta lo scorso marzo aveva ribadito l’impegno ad assicurare la copertura totale delle borse. Ad aprile è arrivato uno stanziamento di 2,7 milioni di euro, ancora insufficiente a rispondere al fabbisogno dell’Unical. Si è reso quindi necessario un ulteriore intervento straordinario dell’ateneo, con l’impegno di 2 milioni di euro di risorse. Fondi – chiosa l’Unical – rispetto ai quali si confida in un rimborso dalla Regione, in ragione dell’impegno assunto con gli studenti calabresi».

«Riteniamo che assicurare i benefici del diritto allo studio a tutti gli aventi diritto sia un obbligo morale inderogabile, specialmente nella fase storica che stiamo vivendo», commenta il delegato al Diritto allo Studio Gianpaolo Iazzolino, che ha lavorato d’intesa con il rettore Nicola Leone per assicurare le risorse necessarie sul bilancio d’ateneo. «Senza l’intervento straordinario dell’Unical, inoltre, -l’ateneo e l’intero sistema universitario regionale avrebbero rischiato di subire il prossimo anno un taglio – scrive la nota –  sul Fondo integrativo statale. Il 30 aprile, infatti, scade il termine per rendicontare al ministero le attività legate al diritto allo studio e i parametri che regolano l’attribuzione di una quota del Fis premiano le Regioni che investono di più in questo settore».

«Con la decisione del CdA siamo riusciti in extremis a evitare ripercussioni negative sul riparto delle prossime risorse statali per tutti gli atenei calabresi. L’auspicio è che l’impegno della Regione si concretizzi presto e che si possa arrivare in futuro all’approvazione di una legge regionale che renda strutturale e tempestivo ogni anno l’assegnazione dei fondi necessari a garantire le borse a tutti gli studenti aventi diritto», dice ancora il professor Iazzolino.

Area Urbana

Cosenza, la cittadinanza onoraria a Gigi Marulla tra i punti in Consiglio comunale

Si aprirà con la discussione del bilancio di previsione per poi discutere di stabilizzazione tirocinanti e il conferimento di altre 4 cittadinanze onorarie

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Approda in Consiglio comunale, dopo la ratifica da parte del Ministero dell’Interno, il bilancio di previsione stabilmente riequilibrato 2020/2022. Tra gli altri punti, l’approvazione della variazioni al Programma triennale dei lavori pubblici e del nuovo Statuto comunale e il conferimento di sei cittadinanze onorarie, tra cui quella, post mortem, al calciatore del Cosenza Gigi Marulla.

I punti che verranno discussi in  Consiglio comunale

Torna a riunirsi lunedì 28 giugno, alle ore 8,30, nella sala delle adunanze di Palazzo dei Bruzi, il Consiglio comunale. Lo ha convocato il Presidente Pierluigi Caputo. Ai lavori della seduta, i consiglieri comunali, potranno eventualmente intervenire anche in videoconferenza, secondo i criteri fissati dal Presidente del Consiglio comunale. L’ordine del giorno è particolarmente nutrito:

-Approvazione verbale della precedente seduta consiliare del 27 aprile 2021.

-Comunicazione deliberazione della Giunta comunale n. 44 del 30/4//2021 avente ad oggetto: “Prelevamento dal fondo di riserva ai sensi degli artt. 166 e 176 D.lgs. n. 267/2000”.

-Ratifica della deliberazione di Giunta comunale n. 45 del 12.5.2021 recante “Autorizzazione all’utilizzo in termini di cassa di entrate vincolate per l’esercizio finanziario 2021 – (art. 195 D. Lgs. 267/2000). Variazione urgente di bilancio ai sensi dell’art. 250, comma 2, del D.lgs. n. 267/2000”.

-Approvazione variazioni al Programma triennale dei lavori pubblici 2020-2022 e all’elenco annuale dei lavori 2021.

-Approvazione del Rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2019 (art. 227 e ss. TUEL).

-Approvazione bilancio di previsione stabilmente riequilibrato 2020/2022 (art. 264 TUEL).

-Approvazione modifica al Regolamento TARI e relativo testo coordinato.

-Approvazione Piano Economico Finanziario e tariffe TARI 2021.

-Approvazione del nuovo Statuto comunale.

All’ordine del giorno figura anche il conferimento della cittadinanza onoraria :

al Milite Ignoto- Medaglia d’oro al valor militare, al Dottor Gianfranco Tomao, già Prefetto di Cosenza, al Prof.Eugenio Gaudio, già rettore dell’Università “La Sapienza” di Roma, all’orafo Gerardo Sacco, al prof.Giorgio De Santis, chirurgo ortopedico e specialista in chirurgia plastica e ricostruttiva, nonché Professore Ordinario di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica presso l’Università di Modena.

Il Consiglio comunale conferirà anche la cittadinanza onoraria post mortem al calciatore Gigi Marulla, bandiera del Cosenza Calcio ed indimenticato bomber rossoblù.

Stabilizzazione dei tirocinanti

Chiudono l’ordine del giorno del Consiglio comunale di lunedì 28 giugno, la discussione sulla stabilizzazione dei tirocinanti ex percettori mobilità in deroga (su richiesta dal Consigliere Ambrogio e condiviso dalla conferenza dei capigruppo) e la petizione per l’adesione alla rete dei Sindaci “Recovery Sud”.

L’eventuale seduta in seconda convocazione è prevista per martedì 29 giugno, alle ore 10,30.

Continua a leggere

Area Urbana

14 donne fragili ottengono la patente europea. Il progetto della fondazione “Lanzino”

L’iniziativa inserita nell’ambito del progetto “Autonoma…MENTE” promosso dalla Fondazione in partnership con il comune di Rende

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE – Trentasei giornate di formazione e il conseguimento della patente europea per l’uso del computer. Completato il percorso di assistenza digitale per donne in difficoltà. Iniziativa inserita nell’ambito del progetto “Autonoma…MENTE” promosso dalla Fondazione “Roberta Lanzino” in partnership con il comune di Rende, progetto finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e i cui risultati saranno illustrati venerdì 25 giugno alle ore 10 nel corso di una conferenza stampa presso la Fondazione “Roberta Lanzino” in via Verdi, 5 a Rende. Nel corso dell’incontro alle partecipanti saranno consegnati gli attestati di partecipazione, il computer e vari accessori. Alla manifestazione prenderanno parte Franco e Matilde Lanzino, il coordinatore generale delle attività della Fondazione Luca Lanzino, il docente del corso ing. Carmine Gallo e la psicologa Maria Concetta Filippelli.

“Il percorso – spiega Matilde Lanzino – in realtà più complesso ha saputo integrare e dare spazio a momenti diversi: Il circle time: protagonista la lettura; la scrittura libera e magari anche liberatoria; il cinema insieme, per poterne poi insieme discutere: il tutto con accanto due tutor di area cultuale e psicologica, che hanno risvegliato la voglia di sano protagonismo a lungo frenata, taciuta e anche mortificata.” Il momento clou del progetto è stato il corso di alfabetizzazione informatica che centrato l’obiettivo di fornire strumenti utili alle donne in difficoltà, un supporto concreto verso l’autonomia. La fragilità, in molte situazioni, è anche economica“.

Il laboratorio si è tenuto nei locali della Fondazione Lanzino. “La nostra attività da sempre – sostiene il presidente della Fondazione Franco Lanzino – è quella di un sostegno concreto per il reinserimento sociale e lavorativo delle donne con fragilità. Un lavoro svolto in sinergia con le professionalità e le istituzioni del territorio per la costruzione della rete solidale capace di sostenere concretamente le fasce deboli”.

Continua a leggere

Area Urbana

Rende, paura per un’auto divorata dalle fiamme. In salvo una donna scesa in tempo

La donna ha sentito un forte odore di bruciato ed ha fermato il veicolo che in poco tempo è stato avvolto dalle fiamme

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE – Attimi di paura, ma fortunatamente nessun ferito, per un incendio che ha distrutto un’auto, una Nissan Qashqai. È accaduto nel pomeriggio di oggi in Via Giovanni XIII nei pressi della scuola dell’infanzia “Macchina Di Bosco”. Alla guida una donna che, dopo aver sentito un forte odore di bruciato provenire dall’interno dell’abitacolo, ha avuto la prontezza di fermare subito l’auto e scendere. In poco tempo si è sviluppato dal motore il rogo che ha praticamente distrutto il veicolo, nonostante il pronto intervento di una squadra dei vigili del fuoco, che hanno spento le fiamme poco dopo.

Continua a leggere

Di tendenza