ASCOLTA RLB LIVE
Search

L’aeroporto di Scalea sarà pronto per il 2017. Diventerà un ambizioso scalo turistico di terza classe

Questo il progetto del Gruppo Barbieri per il rilancio e la gestione dell’ aviosuperficie. In corso i lavori che trasformeranno lo scalo in un prezioso asset turistico. A breve anche la piattaforma Web di promozione dell’alto tirreno cosentino e della costa di Maratea

 

SCALEA (CS) – Un opera discussa, sognata, mai decollata, ma da tempo e da piĂą parti indicata come essenziale per lo sviluppo turistico e territoriale di tutto l’alto tirreno cosentino, della Riviera dei Cedri e della costa di Maratea. Stiamo parlando dell’aviosuperficie di Scalea, che da oltre un anno è oggetto di lavori di ammodernamento e riqualificazione che lo trasformeranno da semplice scalo turistico nel quale si svolgono attivitĂ  di scuola volo, paracadutismo, volo a vela ed eliporto ad aeroporto di terza classe e corrispondente alla settima categoria Icao (International civil aviation Organization). L’obiettivo del Gruppo Barbieri, che oltre ai lavori di ammodernamento, ampliamento e messa in sicurezza, si occuperĂ  per i prossimi 25 anni anche della gestione dello scalo, è quello di realizzare entro il 2017 (data di inaugurazione) un aeroporto moderno a fortissima vocazione turistica. La proprietĂ  concessionaria intende anche creare una propria compagnia aerea calabrese, che con sede a Scalea, opera voli linea/charter nel bacino del Mediterraneo ed in Europa. Come gruppo privato, Barbieri, sta eseguendo i lavori finanziati dal Por Calabria 207-2013 Fesr (fondo Europeo di Sviluppo Regionale) nel quale è stato inserito il PISL (pacchetti integrati di sviluppo locale) “Sistema turistico locale Riviera dei Cedri”. Privatamente, invece, il gruppo sta investendo di tasca propria nelle opere e nei servizi dello scalo per avere la classificazione ENAC. Unico finanziamento pubblico previsto, è quello relativo alla strada di collegamento con la SS 18.

Aeroporto Scalea Riviera2

Un aeroporto moderno, funzionale a misura di turista – L’aeroporto di Scalea (LICK) dispone di una sola pista in asfalto lunga 1975 metri e larga 30. Sebbene piccolo, dispone di servizi di handling, parcheggio e rifornimento. Per questo motivo si punterĂ  a far atterrare e decollare charter turistici e compagnie aeree regionali sfruttando aeromobili che possano trasportare fino ad un massimo 80/100 passeggeri come gli ATR 42 e 72 oppure gli Embaer 190 e 195 ma anche sfruttare il trasporto merci. Si sta lavorando proprio in questa direzione con lavori che riguardano sia l’esterno dell’aerostazione, con la costruzione del terminal passeggeri (che una volta completato metterĂ  a disposizione tutti i servizi necessari come ristorazione, negozi e bar), il completamento del piazzale di sosta dei bus e la strada che collegherĂ  direttamente con la Statale 18 tramite una rotatoria appositamente realizzata. Per quanto riguarda invece l’esercizio dell’aeroporto, questa è la parte piĂą complessa e burocratica: mentre si sta provvedendo a chiedere tutte le dovute autorizzazioni all’ENAC, sono in via di realizzazione le opere interne come a taxiway per il rullaggio degli aerei fino alla pista di decollo, la costruzione della torre di controllo, l’area di sicurezza, l’illuminazione di pista e piazzale, l’introduzione dei sistemi visivi, tutta la segnaletica verticale e molto altro. Insomma, di lavoro ce n’è ancora tanto, ma l’aeroporto sarĂ  operativo, parola di Barbieri, non appena tutti i lavori saranno completati, presumibilmente entro la fine dell’anno e comunque entro e non oltre il 2017, data di inaugurazione del progetto.

[huge_it_gallery id=”59″]

 

Una piattaforma Web per lo sviluppo turistico e territoriale – Nel frattempo il Gruppo Barbieri sta lavorando anche alla realizzazione di una piattaforma Web di promozione turistica dell’alto tirreno Cosentino e della costa di Maratea (con relative aree interne). Si tratta di un’azione che punta a rafforzare l’identitĂ  turistica del cosentino e delle zone di frontiera della Lucania. Il nome del portale è in fase di definizione in quanto vuole essere il punto di riferimento per fruitori dell’aeroporto e turisti che hanno la necessitĂ  di pianificare un viaggio nel sud Italia, tra le bellezze del mare e non solo. La piattaforma si comporrĂ  di due strumenti tecnologici: un portale e un’applicazione per dispositivi mobili. Il portale supporterĂ  gli utenti in fase di scelta della destinazione e di pianificazione dell’itinerario di viaggio, mentre l’app li supporterĂ  durante la permanenza fisica nei territori come una vera e propria guida turistica digitale basata sulla localizzazione degli utenti. La piattaforma web prevede l’accesso ai servizi previsti dall’Aeroporto ed alle informazioni relative alle localitĂ  coinvolte nel progetto, ai loro attrattori (artistici, culturali, paesaggistici, enogastronomici) ed ai servizi turistici presenti (ricettivitĂ , ristorazione, trasporti). Gli utenti potranno prenotare hotel, ristoranti, escursioni, esperienze, guide turistiche e tanto altro. Il tutto attraverso un’unica transazione. Un’opportunitĂ  concreta di sviluppo economico per tutti gli operatori dell’area. Si tratta di un progetto che il gruppo Barbieri sta portando avanti nella consapevolezza di poter realizzare uno strumento integrato di turismo capace di sviluppare le risorse dell’Alto Tirreno. Attraverso questi strumenti si potranno mettere in gioco opzioni di valorizzazione reale di tutto il comprensorio turistico che ha come riferimento la zona aeroportuale di Scalea